Bigon su Ibrahimovic: “Non è più un’ipotesi”

Il destino di Zlatan Ibrahimovic è ancora incerto. Dopo l’incontro con l’ad del club rossonero Gazidis, non sono state date informazioni sulla prossima stagione dello svedese.

Dalle ultime indiscrezioni però, pare che qualche richiamo dal suo amico Mihajlovic lo possa portare ad indossare la maglia rossoblù, il ds Bigon spiega: “La suggestione mediatica la comprendo, è un nome importantissimo e di alto livello. Normale che faccia rumore ma non è una possibilità per il Bologna perché non c’è più alcun contatto reciproco”.

Il progetto del Bologna, come spiega il ds Bigon, è far diventare il Bologna una squadra “giovane”: “Lo scorso inverno si è sentito con Mihajlovic, poi ha fatto le sue scelte. Da allora in poi la cosa non è più stata presa in considerazione. Il nostro progetto tecnico è avanzato, non è un posto nuovo da ricostruire. Abbiamo una squadra giovane e talentuosa, con un allenatore Mihajlovic che sarà con noi anche l’anno prossimo”.

Ibra dunque non sembra essere una buona scelta, ma l’importante è far crescere giovani talenti come Orsolini: “Lo scorso inverno si è sentito con Mihajlovic, poi ha fatto le sue scelte. Da allora in poi la cosa non è più stata presa in considerazione. Il nostro progetto tecnico è avanzato, non è un posto nuovo da ricostruire. Abbiamo una squadra giovane e talentuosa, con un allenatore Mihajlovic che sarà con noi anche l’anno prossimo”.

Intanto tutto il gruppo squadra ha rinunciato ad un mese di stipendi, compresi i dirigenti: “Un bel segnale, una assunzione di responsabilità doverosa da parte di tutti. Viviamo in un mondo privilegiato rispetto ad altre persone, siamo rimasti coinvolti da questa crisi sanitaria anche se non toccati direttamente. Ci è sembrato giusto, era un accordo già raggiunto da tempo e oggi lo abbiamo solo formalizzato”

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: