Juventus-Napoli: la Procura della Figc ha aperto un’indagine

La Procura della Federcalcio ha aperto un’inchiesta sulla corretta applicazione dei protocolli sanitari da parte del Napoli. Come riporta “Ansa”, il capo dell’ufficio, Giuseppe Chinè, ha chiesto una copia della corrispondenza tra la Asl, la Regione Campania ed il club partenopeo.

L’indagine ha l’obiettivo di stabilire se il club partenopeo abbia rispettato i protocolli sanitari approvati dal Cts a partire dalla prima positività riscontrata, cioè quella di Piotr Zielinski nella giornata di venerdì scorso.

Il protocollo prevedeva l’isolamento fiduciario dei giocatori e dello staff da subito.

Sabato il club di Aurelio De Laurentiis non è potuto partire verso Torino su segnalazione dell’ASL dopo la positività emersa di Elmas, e perciò ieri sera il Napoli non si presentato all’Allianz Stadium per disputare il match contro la Juventus.

C’è il rischio della sconfitta di 3-0 a tavolino, cosa che verrà deciso in giornata o addirittura mercoledì dal Giudice Sportivo.

La partita disertata di ieri dunque, ha creato sia polemica da parte dei tifosi del Napoli, che in qualche striscione ha scritto frasi come: “Il peggior virus si chiama Juventus: 20.45, Amuchina su Torino“, “Figc serva del padrone” e “Nel calcio il denaro è il virus vero: Fc Covid 3, Ssc Napoli 0“, ed ora anche l’apertura di un’indagine.

Foto da  Web

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: