Giannis Konstantelias, un talento che l’Europa sta guardando

L’Europa guarda con interesse Giannis Konstantelias

In Grecia negli ultimi anni abbiamo atteso di vedere un nuovo numero 10. Un calciatore che, per noi anziani, potrebbe riportare alla memoria i grandi Domazos, Koudas, Papaioannou,  Delikaris, Karapialis o Tsiartas.

E quest’anno siamo molto felici di vedere Giannis Constantelias, (nato il 10 maggio 2003) un ragazzo nuovo fare grandi cose in Super League con la maglia del PAOK Thessaloniki.

Konstantelias è il nuovo nome “caldo” del calcio greco

Da domenica sera in poi (il PAOK ha battuto il Panathinaikos ad Atene 3-0), tutti parlano di questo prodigio di Volos, che la scorsa settimana ha ammesso con troppa ingenuità infantile che “a 12 anni ho giocato un’amichevole, li ho tagliati fuori e è così che mi hanno portato al PAOK”!

La gente del PAOK lo ha scoperto quando aveva 12 anni in un torneo organizzato a Volos. “Si è distinto come una mosca nel latte”, si diceva all’epoca.

Anni dopo, questo detto si sta dimostrando vero come pochi dei suoi omologhi quando si tratta di giovani giocatori.

Come non hanno discusso dei 5 milioni che il Siviglia avrebbe offerto poche 24 ore fa.

All’interno del PAOK, dicono che forse era ferito e gravemente disturbato quando, quattro anni fa, nella finale contro l’Olympiakos delle squadre Under 17, fu lasciato in panchina.

L’Olympiacos ha vinto, l’allenatore del PAOK, Alexiadis, non lo ha scelto, alcuni insistono sul fatto che poi la squadra rischiava di perderlo e Konstantelias ha visto la sua squadra perdere il trofeo e Tzolis – Koulierakis, della sua stessa generazione, giocare per primi. È entrato in partita al 66 ‘.

Konstantelias crede nelle sue qualifiche e in se stesso e crede che “il salto verrà dal suo valore” e non ha bisogno di inseguire freneticamente un trasferimento.

Il 20enne centrocampista ha firmato il suo primo contratto da professionista con il PAOK nel 2021, mentre il 17 gennaio ha esordito nella vittoria esterna per 3-0 contro l’OFI.

Quella stagione ha giocato un totale di 3 partite con il PAOK. Il 20 gennaio 2022 Constantelias è stato ceduto in prestito al belga Eupen mentre, contemporaneamente, ha rinnovato il contratto con il PAOK fino all’estate del 2026.

È un pomo della discordia, ma il PAOK ha la prima voce in capitolo

Il PAOK tiene d’occhio il suo “ragazzo d’oro”.

Ha avuto cura di “legarlo” con buoni contratti, buoni stipendi, che in Asia Minore hanno deciso di adeguare.

Inoltre, il progetto – Constantelias, è stato intrapreso, personalmente, da mesi da Ivan Savvidis, con l’uomo forte di “Dikefalos”, mostrando un enorme interesse per il ragazzino e avendo già rifiutato molte delle proposte che gli sono pervenute mani di.

I RECORD A SOLI 19 ANNI

A 19 anni diventa un ragazzo prodigio da molti milioni, mentre scout ed emissari delle squadre europee (Salisburgo, Atalanta, Siviglia, Sociedad, Villarreal, Club Brugge, Gent, Torino, Genoa, Groningen, Feyenoord, Stoccarda, Gladbach) che avevano gli occhi su di lui.

Il suo stipendio, secondo le informazioni, ammonta a 15.000 euro al mese. Certo, se calcoliamo tempi di partecipazione e bonus, si stima che ne assicuri circa 250mila.

Il suo contratto con il PAOK è valido fino all’estate del 2026. Nessun riscatto, quindi il suo trasferimento può essere gestito solo dalla sua squadra.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: