Ufficiale, Dovizioso si ritira dal MotoGP

Dovizioso, quest’anno in forza al team WithU Yamaha, concluderà la sua avventura in motogp dopo la gara di Misano.

4 Agosto 2022. Il centauro italiano appenderà il casco al chiodo dopo il GP di San Marino e della Riviera di Rimini, in programma sulla pista di Misano il prossimo 4 settembre. La notizia é stata confermata dallo stesso pilota al sito ufficiale della MotoGP. In pochissimi avrebbero immaginato che il campione del mondo 2004 della 125 non avrebbe neanche terminato la stagione.

Dovizioso commentando la sua decisione ha dichiarato: Nel 2012 l’esperienza con la Casa di Iwata in MotoGP era stata molto positiva per me e da allora ho sempre pensato che, prima o poi, mi sarebbe piaciuto avere un contratto ufficiale con la Yamaha. Questa possibilità si è presentata, anche se in modo un po’ particolare, nel 2021. Ho deciso di provarci perché credevo fortemente in questo progetto e nella possibilità di fare bene. Purtroppo negli ultimi anni la MotoGP è cambiata profondamente e la situazione è molto diversa da allora. Non mi sono mai sentito a mio agio con la moto e non sono riuscito a sfruttare al meglio il suo potenziale nonostante il prezioso e continuo aiuto del team e di tutta la Yamaha”.

I risultati sono stati negativi, anche se é stata un’esperienza di vita molto importante. Quando ci sono tante difficoltà, bisogna essere in grado di saper gestire bene la situazione e le proprie emozioni. Non abbiamo raggiunto gli obiettivi desiderati – ha proseguito il pilota forlivese – ma le consultazioni con i tecnici Yamaha e con quelli del mio team sono sempre state positive e costruttive, sia per loro che per me. Il rapporto è rimasto leale anche nei momenti più critici: non era così scontato che accadesse. Per tutto questo e per il loro sostegno, ringrazio la Yamaha, il mio team, WithU e gli altri sponsor coinvolti nel progetto. Non è andata come speravamo, ma era giusto provarci. La mia avventura finirà a Misano, ma il rapporto con tutte le persone coinvolte in questa sfida rimarrà intatto per sempre. Grazie a tutti voi”.

Nel 2020 Andrea Dovizioso aveva lasciato la Ducati e la MotoGP per prendersi una pausa di riflessione. Lo scorso anno la decisione di riprovarci proprio a Misano, con il team satellite Yamaha sponsorizzato da Petronas. Dopo l’addio del marchio malese il team è stato ribattezzato WithU Yamaha RNF. Quest’anno, invece, i risultati sono stati decisamente poco felici. L’italiano infatti ha ottenuto come miglior risultato solo in 11esimo posto nella gara di Misano, totalizzando 10 punti in 11 gare.

Il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini del prossimo 4 settembre sarà l’ultima gara che Andrea Dovizioso disputerà in MotoGP. “La categoria è cambiata molto – ha spiegato – non mi sono mai sentito a mio agio con la moto, e non ho saputo sfruttarne al meglio le potenzialità”.

Dovizioso salirà in sella alla sua moto ancora per 3 gare (Silverstone, Austria e Misano), prima di lasciare definitivamente la sua la Yamaha M1 nelle mani dell’attuale collaudatore Cal Crutchlow per le ultime 6 gare della stagione.

Il team manager della squadra, Wilco Zeelenberg:  “Questo annuncio e il ritiro anticipato di Andrea non è proprio quello che volevamo come squadra, ma è anche comprensibile da parte di Andrea, che chiaramente si aspettava molto di più dal suo ritorno rispetto a quello che è stato in grado di fare”. Abbiamo rispettato la sua scelta ed apprezzato la sua onestà professionale.

Articolo a cura di Orazio Bellinghieri – Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: