Mike Tyson : “Ho fumato il veleno del Rospo. Ero morto, ora sono rinato”

Mike Tyson torna prepotentemente sulle copertine sportive di tutto il mondo raccontandosi di sentirsi meglio : “Sono più creativo, riesco a concentrarmi, sono più presente come uomo d’affari e imprenditore”.

A cosa è dovuta questa ‘rinascita’ dell’ex pugile e Campione del Mondo? Aver fumato il veleno del ‘Bufo alvarius’, anfibio del Messico noto anche come il rospo del deserto di Sonora (tra Stati Uniti sud-occidentali e Messico settentrionale), luogo dove vive : “L’ho provato quattro anni fa per sfida e sono come ‘morto’ durante il mio primo viaggio. Il rospo mi ha insegnato che non sarò qui per sempre, tutti abbiamo una data di scadenza. A quei tempi ero un relitto, il mio avversario più duro ero proprio io e avevo una bassa autostima. Il rospo ti spoglia dell’ego, ti aiuta a raggiungere il massimo potenziale. La gente vede come sono cambiato da allora.”

Iron Mike racconta di aver fumato sinora il veleno del rospo ben 53 volte, ed è capitato di averlo fatto anche più volte nello stesso giorno. Dalla prima volta ha perso 45 kg in tre mesi, ha ripreso a fare boxe e si è rimesso in contatto con la sua famiglia. Ora ha un intero allevamento di anfibi nel suo ranch a Desert Hot Springs, nel sud della California.

Congettura al quanto bizzarra e stravagante. Una ‘droga’, che per quanto possa far star bene, sempre di droga si tratta e si sa, Mike Tyson non è proprio novello a tali eccessi. Molte volte diventare Grandi e Maturi, non sempre porta Saggezza.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com
Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: