Lazio-Milan, il club biancoceleste annienta i rossoneri

La Lazio annienta il Milan. Così termina il match tra la squadra di Maurizio Sarri e quella di Stefano Pioli allo stadio Olimpico, 4-0.

Finalmente è uscito fuori il famoso sarrismo di cui tanto si è parlato.

Maurizio Sarri è un grande allenatore lo racconta la sua storia e i suoi trofei come quello dell’Europa League al Chealsea e lo scudetto alla Juventus nonostante il successivo esonero.

Il suo arrivo alla Lazio ha fatto sin da subito ben sperare. C’era bisogno di cambiamenti e chi meglio di lui poteva portarli. Il tecnico dall’aspetto burbero e con la sigaretta in bocca ha dovuto lavorare sodo per costruire il suo progetto nel club, ma partite come queste dimostrano che ce l’ha fatta.

La Lazio stasera si è dimostrata aggressiva, agguerrita e si è portata a casa una signor vittoria che annienta totalmente il Milan che probabilmente dopo il derby di Supercoppa ha completamente abbassato la guardia.

I gol e le statistiche

Anche le statistiche parlano chiaro. Sono tutte a favore del club biancoceleste.

La Lazio ha dominato per tutta la sfida contro gli ultimi campioni della serie A e con un nettissimo 4-0 aggancia Inter e Roma al terzo posto della classifica a quota 37 punti.

Segna subito Milinkovic-Savic al 4′, poi bis di Zaccagni prima della fine del primo tempo.

Nella ripresa ci pensano Luis Alberto e Felipe Anderson. Un partitone lo definirebbero in molti e stavolta la vittoria fa impazzire i tifosi laziali che sono sempre pronti a farsi sentire sugli spalti soprattutto la Curva Nord il cuore del tifo.

Questo è il quinto insuccesso per Stefano Pioli che tra l’altro perde Tomori per infortunio.

Stasera negli spogliatoi della Lazio si sentirà un grande rumore, quello della squadra che non potrà fare a meno di festeggiare come si deve.

Articolo a cura di Beatrice Bezzi-Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: