La Serie A saluta con alcune certezze e tanti dubbi: il riassunto di un campionato all’utimo atto

Il Campionato è giunto al termine dopo un anno difficile e privo di quella forza che è l’anima del vero calcio e cioè il tifoso.

Le aspettative per il prossimo campionato sono positive, i tifosi potranno tornare allo stadio cosi come visto nella Finale di Coppa Italia dove 5000 persone hanno solcato finalmente i gradoni del Mapei Stadium dopo oltre un anno di assenza.

Si chiude un campionato dove ha prevalso l’Inter con diverse giornate di anticipo, uno Scudetto che non tutti davano per scontato. Il grande lavoro di Conte si è fatto sentire, anche se in Europa deve ancora dimostrare tanto, ma soprattutto dare risposte convincenti. Il Milan è stata una bellissima realtà per gran parte del torneo, ma la continuità è stata un’arma a doppio taglio tra infortuni e Covid. La Juventus non è riuscita a mettere in bacheca l’ennesimo scudetto, ma è riuscita a portare a casa la SuperCoppa Italiana contro il Napoli e le Coppa Italia con vittima l’Atalanta.

L’Atalanta chiude al secondo posto confermandosi in Champions per il terzo anno di fila, ma non portando nulla in casa neri nerazzurri a livello di trofei. Gasperini si conferma un ottimo allenatore anche se ha un carattere spigoloso e permaloso che a volte genera reazioni non positive negli avversari. L’ambizione è sempre grande e chissà se questo sarà l’ultimo anno per l’allenatore dei bergamaschi prima di fare il salto di qualità.

In questa ultima giornata, restano due ‘premi’ soltanto da assegnare. Resta un posto in Champions League che riguarda proprio il Milan di Pioli, la Juventus di Pirlo impegnata sul campo del Bologna e il Napoli di un bravo Gattuso spesso criticato, ma un gran signore. Il Milan farà visita proprio in casa dell’Atalanta e il Napoli ospiterà il Verona. Molti dicono che i nerazzurri organizzeranno il cosiddetto ‘biscotto’ facendo passare il Milan e lasciando i bianconeri fuori dall’Europa che conta.

La corsa Champions di MilanNapoli e Juventus infiamma l’ultima di campionato ed è davvero un traguardo fondamentale non solo per il prestigio ma anche per i programmi futuri, per il rischio di un ridimensionamento e per i 50 milioni che sono garantiti dall’accesso alla coppa più importante.

Per quanto riguarda l’Europa League, si conferma la Lazio di Simone Inzaghi, in Europa per il 5° anno consecutivo. Le aspettative dei biancocelesti erano sicuramente altre, come il confermarsi in Champions, ma il crollo nel finale di stagione è stato troppo importante da permettere al club di Claudio Lotito di ripetere la prestazione dell’anno scorso. Proprio la Lazio dovrà vedersela oggi in casa del Sassuolo che sta lottando per un posto in Conference League.

Si, in Conference League la nuova competizione UEFA che vede anche la Roma ormai dell’ex giallorosso Fonseca che farà visita alla rivelazione del campionato e cioè lo Spezia di Italiano. Roma e Sassuolo per una vittoria che significherebbe la nuova Mini-Europa.

Capitolo Roma : Stagione molto deludente! L’annuncio del ritorno per il prossimo campionato di Josè Mourinho sembra aver nascosto le defezioni dei giallorossi, ma cosi non è ed è da stolti pensarlo. L’unica nota positiva del club dei Friedkin è stata la vittoria del Derby di ritorno contro la Lazio, ma solo quella. Pensare che potrebbe essere una soddisfazione è da ingenui visto le aspettative che ogni anno ha la Società capitolina. Uscire in semifinale di Europa League contro il Manchester United con un divario immenso di gol, non è certo un biglietto da visita che fa onore in quel di Trigoria.

La Serie A saluta il Parma, il Crotone e il Benevento, quest’ultimo che ha lottato fino all’ultimo con il Torino e che proprio oggi incontrerà per i saluti finali nella città del lingotto. Il Toro che resta in Serie A tra mille polemiche verso la società non proprio ben vista dagli stessi tifosi e da altre Società della massima Serie. Urbano Cairo non ha fatto molto per essere amato e questo lo ha portato a ricevere critiche, esposti e procedimento da parte della procura per comportamenti al quanto discutibili, l’ultimo il caso dell’attacco ingiustificato al Bomber biancoceleste Ciro Immobile.

La Serie A saluta, ma nello stesso tempo da il benvenuto a chi l’anno prossimo andrà a solcare i campi verdi che contano nella massima serie. Un bentornati all’Empoli e alla Salernitana, un altro miracolo targato Lotito e alla terza società che uscirà dai play-Off.

Ora non ci resta che gustarci questa ultima giornata e poi le finali di Europa League e Champions League a Porto. Gli Europei in programma dall’11 Giugno faranno da cornice ad una calda estate di Sport.

Non ci resta che augurare un buon Calcio a tutti fino all’ultimo secondo dei 90 minuti a disposizione.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: