Fonseca: “Mourinho? Grande allenatore. Farà un bel lavoro. Con la Roma è giusto dividersi”

Paulo Fonseca è intervenuto in conferenza stampa, in una delle sue ultime, alla vigilia della sfida di ritorno delle semifinali di Europa League contro il Manchester United. La Roma parte dal 6-2 subito all’andata, e la rimonta sarà una vera impresa. Nella conferenza stampa ha anche citato il suo futuro oltre che a parlare della partita di domani. In conferenza è intervenuto anche Ibanez. Le dichiarazioni del tecnico giallorosso e del giocatore:

IN CONFERENZA STAMPA

Prima il comunicato sul suo addio, poi l’annuncio di Mourinho. Come sta vivendo il momento? Che giudizio da del prossimo allenatore? “Per me la professionalità è un valore sacro. Sto bene, sono qui esattamente come il mio primo giorno: motivato e volenteroso di fare il meglio per la Roma fino all’ultimo. Mourinho è un grande allenatore, farà un grande lavoro”.

E’ una delle prove più difficili lavorare in questa situazione? “Non è una delle prove più difficili della mia carriera, vivo questo momento con la stessa normalità, da professionista focalizzato nel mio lavoro fino all’ultimo giorno”.

Può esserci un miracolo come con il Barcellona? “Non è facile battere 4-0 il Manchester, ma nel calcio ho visto tante cose. Io credo in tutto”.

Pensava di poter dare qualcosa alla Roma? “Confesso che credo sia stato giusto prendere strade diverse”.

Domani giocherà con due punte? “Vediamo domani”.

Che partita si aspetta domani? “E’ difficile, sono riposati perché con il Liverpool non hanno giocato. Il risultato dell’andata per loro è confortante, ma vogliamo vincere”.

A SKY

Sul Manchester United: “Sarà difficile visto il risultato dell’andata, con il Manchester è sempre complicato e in questo caso ancora di più vista la rimonta che siamo chiamati a fare. Come ho detto però nel calcio tutto è possibile, lotteremo per vincere la partita e coltivare le nostre speranze sapendo che non è facile”.

Com’è il suo stato d’animo ora che sa che le strade con la Roma si divideranno? “Come ho detto la professionalità è un valore sacro, sono qui esattamente come il primo giorno e sono focalizzato sul mio lavoro. Sarà così fino alla fine”.

Qual è stato il momento più bello della sua avventura? “Sono grato di essere stato l’allenatore della Roma in questi due anni. Sono una persona positiva, ho imparato molto e sono cresciuto qui. Mi piace vedere gli aspetti positivi di essere stato allenatore di questa squadra. Sono orgoglioso di questi due anni”.

Che giudizio ha di Mourinho? “Che posso dire, è il miglior allenatore della storia portoghese, è un grande tecnico. Gli auguro di poter fare un bel lavoro qui come lo ha svolto negli altri club”.

LE DICHIARAZIONI DI IBANEZ

Ci credete alla rimonta? “Domani è un’altra partita importante per noi e dobbiamo giocare sempre con lo stesso atteggiamento. Dobbiamo fare la rimonta, nel calcio niente è impossibile”.

Vi sentite sotto osservazione del vostro nuovo allenatore? “No, noi giochiamo per noi e per la maglia”.

Sentite la responsabilità di dover dare una dimostrazione di forza? “Lo sentiamo sempre, dobbiamo giocare sempre con la fiducia e con la forza che abbiamo per onorare la maglia e dare orgoglio ai tifosi, sempre”.

Articolo a cura di Davide Teta

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: