Omicidio Willy Monteiro Duarte, Marco e Gabriele Bianchi condannati all’ergastolo

I due fratelli Marco e Gabriele Bianchi sono stati condannati all’ergastolo per l’accuso dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte, avvenuto il 6 settembre del 2020 a Colleferro.

La sentenza è stata accolta con l’appaluso dei presenti in aula, tra cui diversi amici di Willy commossi. I familiari: “Giustizia è fatta”.

Disposta una provvisionale di 200mila euro ognuno per i genitori della vittima e 150mila euro alla famiglia. “E’ una sentenza giusta” commenta a caldo il papà del 21enne.

Dopo la lettura della sentenza disposta dai giudici della Corte d’Appello, gli imputati nel gabbiotto di sicurezza hanno gridato e imprecato prima di essere stati portati via dagli agenti della penitenziaria.

Massimiliano Pica, difensore dei fratelli Bianchi:  “E’ stato un processo mediatico. Va contro tutti i principi logici. Leggeremo le motivazioni e poi faremo appello. Siamo senza parole”.

Il commento del pubblico ministero Giovanni Tagialatela: “E quello che speravamo in relazione al lavoro svolto, ma sappiamo che il giudizio poi si presta a delle variabili e il fatto aveva un contesto e delle sfumature che potevano dare adito a una diversa valutazione. Tuttavia le prove che avevamo prodotto erano, a nostro avviso, assolutamente sufficienti e più che fondate per chiedere quello che abbiamo chiesto”.

“Willy è stato un esempio di coraggio e amicizia. Mi ha salvato la vita. Non deve essere dimenticato il suo gesto in favore di un amico”, aveva detto stamani in aula Samuele Cenciarelli, 23 anni, che era con il 21enne la notte che venne massacrato di botte. “È difficile parlare di quanto avvenuto – aggiunge visibilmente commosso -. Non riesco a spiegare a parole con quello che provo nel vedere gli imputati dietro le sbarre. Non riesco a dimenticare. Certo devi andare avanti, ma fatichi a convivere con certe cose”. Quella notte i quattro imputati li ho visti infierire. Sono colpevoli: per me meritano tutti l’ergastolo”.

Foto in Copertina da Twitter  – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: