Milan: La nota del Codacons e il parere di Gavillucci su Serra

Dopo le discussioni post Milan – Spezia e il grave sbaglio dell’arbitro Serra di fischiare il penalty per i rossoneri invece di far continuare l’azione il Codacons ha ufficialmente scritto alla F.I.G.C di poter disputare nuova,ente la partita

Il comunicato

“Presenteremo una diffida alla Figc con la richiesta della ripetizione della partita. Aver fischiato prima del gol di Messias è un errore tecnico. Certamente commesso in buona fede dall’arbitro Serra, come testimoniato anche dalla reazione in campo del Direttore di gara che si è immediatamente scusato con i giocatori rossoneri, i quali, Rebic tra tutti, hanno dimostrato enorme sportività nei suoi confronti, ma che purtroppo ha finito con il condizionare enormemente la partita»

Il parere dell’ex arbitro Gavillucci

“Non riesco proprio a capire perché con Serra stanno alzando questo polverone, è successo altre volte, per esempio con Orsato in Juventus-Roma: e Orsato è uno dei migliori arbitri del mondo. Un arbitro non va giudicato per il singolo errore ma sull’intera stagione: la sospensione non aiuta nessuno. I due episodi sono chiaramente differenti, però è un errore che può capitare e capita. La mia impressione, che ho anche letto sul suo volto, è che lui abbia sentito la pressione: arbitrare a S.Siro, con pochissime gare in Serie A, e con una squadra che si gioca lo scudetto. Poi dopo il primo errore la pressione è aumentata”.

“Non è su un singolo episodio che si può giudicare se un arbitro sia o no ‘da Serie A’. Allora per il rigore mancato di Jorginho (contro la Svizzera nelle qualificazioni Mondiali ndr), probabilmente il rigore più importante per questo paese, che facciamo, diciamo che Jorginho non è da Nazionale, o deve subire un lunghissimo stop? Non è così: anche un grande giocatore può sbagliare la cosa più semplice come il rigore. Serra non era sereno e ha fischiato troppo presto. In lui ho percepito un certo nervosismo, un arbitro sicuro di sé non accusa in campo il suo errore, lo fa nello spogliatoio. Ma lui era in buona fede e ha capito il peso di quell’errore. Le letture che sono state date finora del fatto son poco tecniche, e come dicono gli spagnoli una cosa è parlare di tori un’altra è scendere nell’arena”

Articolo a cura di Lorenzo Viti – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: