ATP Finals: trionfo Zverev. Annichilito Medvedev, è il suo secondo titolo da Maestro

Gran finale a Torino per l’epilogo delle Finals che ha visto il trionfo di uno Zverev eccezionale, ingiocabile e perfetto proprio come contro il numero 1 Djokovic nella semifinale di ieri.

Potete crederci, contro questo ragazzone tedesco nemmeno un muro di gomma avrebbe vinto. Eppure il russo Medvedev si presentava in grande spolvero e vantava un pizzico in più di favori del pronostico, ma chi ha visto la gara ha constatato che il tedesco ha avuto un rendimento stratosferico non lasciando nulla al caso.

Tutto studiato ed allenato. Servizio fortissimo (anche la seconda palla…) e precisissimo, dritto e rovescio da favola, insomma raro vedere un tennista giocare così bene.

Il russo è sembrato impotente, ma non tanto per colpa sua (servizio comunque al di sotto delle sue possibilità) quanto per la perfezione del gioco di Zverev. Insomma il russo non sapeva che lingua parlare.

Primo set vinto da Zverev in mezz’ora o poco più, è bastato un break per arrivare ad un comodo 6-4, secondo set che parte nuovamente con un break per il tedesco e lì si capisce che nulla e nessuno può togliere il secondo titolo da Maestro al fenomeno visto a Torino. Il russo lotta ma invano e allora la contesa si canalizza sul versante tedesco.

6-4 anche nel secondo set per Zverev al quale bisogna davvero tributare una standing ovation per il tennis regalato in queste giornate. Applausi anche al russo per lo spettacolo offerto.

Ora per il tennis è tempo di Coppa Davis, in attesa dello Slam australiano di gennaio che rivedrà protagonisti il tedesco e il russo: le due lingue più parlate in questa edizione delle Finals torinesi.

Articolo a cura di Carlo Cagnetti – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: