UEFA, apertura a 9000 tifosi nella splendida Istanbul per la Finale Champions League

La Finale della UEFA Champions League 2020-2021 si giocherà finalmente allo Stadio Olimpico Atartuk di Istanbul in Turchia il 29 maggio 2021. Dopo il rinvio per la pandemia l’anno scorso, la UEFA ha ufficializzato la data e il luogo. La città turca sarà nuovamente il palcoscenico della grande finale di Champions 16 anni dopo quel Milan-Liverpool che, senza l’incredibile rimonta dei Reds (vittoria ai rigori dopo uno 0-3 maturato nei primi 45′), avrebbe regalato ai rossoneri il 7° trionfo. Come allora, la finale si giocherà allo stadio Ataturk. 

Istanbul_Atatürk_Olympic_Stadium_1

La cosa importante è che i tifosi torneranno allo stadio. Sarà un numero esiguo rispetto alla capienza dello stadio, ma è un ottimo passo avanti che proietta la mente del calcio alla normalità tanto desiderata. Portare almeno 9.000 tifosi alla finale di Champions League. E’ questo l’obiettivo della stessa UEFA in occasione della finale del del 29 maggio.

Un obiettivo molto ambizioso, che la Uefa intende realizzare. La federazione europea del calcio vorrebbe dividere i biglietti tra le due squadre che si qualificheranno per la partita, direttamente sul cellulare per evitare il problema del bagarinaggio. La decisione finale, ad ogni modo, spetterà alle autorità turche.

La Türkiye Futbol Federasyonu (Federazione calcistica della Turchia, acronimo TFF), ha fatto e sta facendo un grande lavoro per l’organizzazione della Finale. La Federazione Turca sta allestendo un programma ricco di avvenimenti. La TFF è affiliata alla FIFA fin dalla fondazione e alla UEFA dove le proprie squadre di Club e la stessa Nazionale Turca, partecipano dal 1962. Un grande lavoro è stato fatto dalla Federazione in occasione della qualificazione raggiunta anzitempo per i prossimi Europei. C’è molto entusiasmo e godimento per la Nazionale Turca che con i suoi giocatori presenti nei principali club Europei, ha dimostrato con forza e tenacia che il calcio Turco è diventato una bella realtà in tutta Europa e non solo.

Causa Covid-19, tanti saranno i cambiamenti che si stanno organizzare. Sarà una finale diversa dalle altre, unica nel suo genere, ma sarà sempre spettacolo!

La Uefa ha deciso di giocare la Finale della Champions League 2021, in una città magica come Istanbul. Sapori, cultura, colori e scenari mozzafiato, faranno da cornice all’evento calcistico più importante per gli amanti del calcio. Nonostante si sentano spesso e volentieri notizie non piacevoli di questa Nazione e della stessa Istanbul, possiamo garantire che visitare e calcare questa terra, lascia un segno indelebile nella vita di ogni ospite.

Istanbul è una delle maggiori città della Turchia, che si trova a cavallo tra Europa e Asia, sullo stretto del Bosforo. La sua città vecchia riflette le influenze culturali dei numerosi imperi che qui hanno governato. Nel quartiere di Sultanahmet, l’Ippodromo all’aperto di epoca romana fu per secoli teatro di corse sui carri, e qui è stato eretto anche un obelisco egizio. La celebre moschea bizantina di Hagia Sophia è caratterizzata da una cupola del VI secolo e da preziosi mosaici cristiani. Una città che si raggiunge facilmente dalle principali zone di tutto il mondo. La compagnia di bandiera, una delle migliori del globo è la Turkish Arlines, la quale viaggia in oltre 120 paesi come Turchia, Europa, Medio Oriente, America, Asia, Africa, Australia in alta qualità e prestigio.

La stessa TFF non vede l’ora di dare visibilità ai miliardi di tifosi che verranno ‘virtualmente’ ad Istanbul per vedere alzare la Coppa dalle grandi orecchie. La Federazione sta lavorando in maniera eccezionale su tutti i fronti, per rendere la Finale Uefa Champions League 2021, unica ed irripetibile.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi 

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: