Spadafora alza i toni su facebook : “Fate meno i fenomeni. Da fuori tutti scienziati, calciatori e arbitri”

Dopo le dichiarazioni nella conferenza stampa del Premier Conte sul Dcpm, parlando anche della ripresa della Serie A, in diretta Facebook è ritornato sull’argomento il Ministro dello Sport Spadafora.

Rispondendo a varie critiche che gli sono state poste, come per esempio quella di rallentare il mondo calcistico, Spadafora risponde in modo secco: “Inviterei tutti a fare un po’ meno i fenomeni. Da fuori si è tutti scienziati, calciatori, arbitri.”

Poi aggiunge che anche molti calciatori hanno espresso la loro preoccupazione su un’eventuale ripresa che potrebbe mettere a rischio la sanità di tutti: “Anche nel mondo del calcio ci sono posizioni diverse, anche tra i calciatori ricevo molti messaggi sui social, cercano di contattarmi per dirmi le loro preoccupazioni.”

“Il campionato può ripartire il 13 giugno? Noi stiamo lavorando per fare in modo che dopo che sia ripartito il campionato, poi possa anche concludersi. -chiarisce il MinistroLa prudenza utilizzata è stata interpretata male.”

Infine il Ministro chiude con una dichiarazione che darà sicuramente filo da torcere ai tifosi: “Il mondo del calcio alla fine in sostanza ci chiede di andare avanti o di essere noi ad assumerci la responsabilità di bloccare tutto per tutta la questione dei diritti tv. Il mondo del calcio non lo deciderà mai in autonomia”. Dichiarazione con la quale lascia intendere che la responsabilità della ripartenza è della Lega Serie A.

Spadafora come negli scorsi giorni ha preso posizione, dicendo la sua. Parole che scateneranno i tifosi?

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: