Manolo Portanova condannato a 6 anni per stupro di gruppo

Manolo Portanova, ventiduenne centrocampista del Genoa e della Nazionale Under 21 è stato condannato a sei anni con rito abbreviato per violenza sessuale di gruppo. Con Portanova è stato condannato anche lo zio Alessio Langella, anch’egli a sei anni di reclusione. Tra i partecipanti allo stupro di gruppo anche Alessandro Cappiello, che però ha scelto il rito ordinario ed un’altra persona ai tempi, però, minorenne e quindi giudicato dal tribunale dei minori.

I legali di Portanova Avevano offerto alla studentessa, vittima dello stupro di gruppo, € 25.000, affermando che non c’era stata violenza sessuale ma rapporto consenziente. I legali hanno affermato altresì che il loro assistito non aveva compreso la decisione della studentessa di interrompere il rapporto, Ehi che quest’ultima aveva più volte manifestato.

I fatti contestati a Portanova e compagni risalgono alla notte tra il 30 ed il 31 maggio dello scorso anno. Fatti svoltisi in una piccola abitazione del centro storico di Siena. Portanova e la studentessa si sarebbero appartati, secondo la ricostruzione dei fatti, ed in seguito si sarebbero presentati gli altri tre personaggi coinvolti.

Il gup del tribunale di Siena, Ilaria Cornetti, aa accolto tutte le richieste formulate dal pm. Oltre ai sei anni di pena, il giudice ha condannato Portanova ad una provvisionale di €100.000 a favore della vittima ed altri  €20.000 a favore della madre della studentessa. Oltre a tutto ciò, Portanova dovrà versare €10.000 a favore dell’associazione “Donna chiama Donna” che si era costituita parte civile.

Articolo a cura di Massimiliano Vienna – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: