La FIFA vuole Mondiali ed Europei ogni 2 anni. La UEFA dice No

La FIFA studia e prova a dare uno scossone al mondo del calcio internazionale. Un progetto che vedrebbe la realizzazione a partire dal 2027: Mondiali ed Europei (oltre agli altri tornei continentali come Coppa d’Africa e Coppa d’Asia) ogni due anni con calendari completamente rivoluzionati.

Un disegno di un progetto non abbracciato, però, dall’UEFA che vede un discapito rivolto ai campionati nazionali e alle coppe europee per club.

La FIFA da parte sua crede nel progetto e anche se manca ancora tanto in relazione al tempo, il lavoro per renderlo fattibile va avanti. L’obiettivo è approvarlo al congresso FIFA di maggio 2022, in attesa anche dei Mondiali in programma nel 2026 a Miami che riguardano Usa, Canada e Messico.

Nel dettaglio, i Mondiali ed Europei durerebbero 5-6 settimane, con livelli di competitività molto alti. Dieci mesi di competizione, uno di vacanze e uno di preparazione fisica. I campionati nazionali partirebbero tra agosto e settembre, solo due pause per le nazionali a ottobre e marzo, a Gennaio Mondiale per Club e in estate Mondiali o Europei.

Qual’è il punto dove la UEFA ha seri dubbi? Questo nuovo Format lascerebbe solo 53 date a campionati nazionali e coppe europee per club, dieci in meno rispetto ad adesso.
Si valuterà anche il pensiero dei calciatori, attori di questa nuova formula di competizione a livello Europeo e Mondiale.

WENGER: “A FINE STAGIONE SEMPRE UN GRANDE TORNEO”
Arsene Wenger, ex manager dell’Arsenal e ora direttore del settore sviluppo della FIFA, in un’intervista a L’Equipe, ribadisce : “L’idea guida è di raggruppare le partite delle nazionali in uno o due periodi dell’anno, in modo che i giocatori non vengano tolti più volte ai club, e poi, a fine stagione, fare in modo che ci sia sempre un torneo di grande richiamo, come i Mondiali o altro”.

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: