F1, GP Silverstone, Leclerc: “Difficile godersi il podio, ho dato il 200%”

Charles Leclerc non è soddisfatto del tutto per la mancata vittoria nel GP di Gran Bretagna a due giri dalla fine, ma non si scoraggia: “È difficile godermi questo podio, ho dato il 200% ma non è stato sufficiente negli ultimi giri. Complimenti a Lewis, mi mancava qualcosa nella macchina, anche se è stata ottima quest’oggi. All’inizio non ci aspettavamo di essere così competitivi, abbiamo lottato per la vittoria e questo è incredibile. Siamo stati più forti del solito, il team sta lavorando in modo incredibile e sono orgoglioso di loro. Fare queste gare fa capire che stiamo lavorando nella direzione giusta”, le parole del pilota a fine gara.

Leclerc ha poi ammesso di non aver voluto prendere troppi rischi nel momento in cui Hamilton lo ha sorpassato ricordandosi dell’incidente al primo giro tra il pilota della Mercedes e Verstappen, che ha costretto il pilota della Red Bull al ritiro: “Per un attimo ho visto il remake dell’incidente e non ho voluto prendere rischi, non siamo in lotta con lui per il campionato. Mi sono allargato e ho provato a stare davanti, ma ho preso uno snap al posteriore e sono andato fuori pista. Questa la miglior Ferrari della stagione? Forse dopo Monaco sì. Ci sono gare in cui riusciamo a dimostrare il nostro potenziale, dobbiamo solo riuscire a capire meglio la macchina e le gomme per essere più continui. La squadra è forte, stiamo lavorando bene e io sono contento”.

Soddisfatto invece Carlos Sainz che ha chiuso 6° dopo un’ottima gara in rimonta nonostante dei problemi ad un pit stop in cui è rimasto per 12.3 secondi: “È stata una bella gara, siamo stati all’attacco per tutta il tempo, e correndo in aria pulita andavamo veramente forte – ha spiegato –. La macchina era un piacere da guidare. Il pit-stop ci è costato la posizione, ma è il primo errore quest’anno e il team ha fatto un grande lavoro anche con Charles, non c’è certo da lamentarsi di questo oggi. Se la macchina mi sembrava addirittura migliore che a Monte Carlo? Lì avevamo il passo per vincere, qui Mercedes e Red Bull ne avevano di più. Sicuramente siamo sorpresi positivamente dal fatto che avevamo un gran passo su una pista difficile per noi. Vedremo a Budapest, sicuramente questo weekend è stato molto positivo per la squadra e dobbiamo essere contenti”.

LE PAROLE DI BINOTTO

Mattia Binotto ha commentato così il risultato delle Ferrari: “Sapevamo che sognare era possibile, ma che dovevamo anche essere realisti – ha detto il team principal della Ferrari -. Lewis era più veloce, anche se è chiaro che è un dispiacere perderla a due giri dalla fine. Avevamo un bel passo ed è la cosa più importante per noi dopo il disastro di Francia. Venire qui, su una pista ostica, fare una bella qualifica e un secondo posto fa molto piacere. Charles è stato molto bravo, Carlos un po’ più sfortunato. Il problema al pit stop gli è costato una posizione, ma anche lui ha girato molto forte quando ha avuto strada libera. Se abbiamo corso alla pari con Mercedes con la gomma media? Non saprei, in realtà guardando i dati gps Lewis stava salvando la gomma per evitare i problemi di blistering su quel compound. L’incidente Hamilton-Verstappen? Aggressività da parte di entrambi, ma giusta la penalità. Quella dell’Ungheria sarà una pista che si può adattare a noi, farà ancora molto caldo e l’usura gomme sarà un fattore importante, queste ultime gare però ci fanno ben sperare. Certamente non possiamo pensare di arrivare lì ed essere più forti di Max e Lewis. Terzo posto costruttori? Questa squadra lo può fare, è una nostra ambizione, ma prima di tutto il nostro obiettivo è migliorare sotto ogni aspetto”.

Foto in Copertina da Twitter – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: