Verso Torino-Roma, Fonseca: “Da domani torneremo una squadra offensiva. Smalling sta meglio”

Il tecnico della Roma, Paulo Fonseca, ha parlato in conferenza stampa alla viglia della sfida di domani contro il Torino valida per la 31ª giornata di Serie A. La squadra arriva dal pareggio casalingo contro l’Ajax che l’ha portata con il risultato dei quarti di finale di andata a qualificarsi per le semifinali di Europa League. Di seguito le sue dichiarazioni:

Grande prova difensiva contro l’Ajax. Cosa manca per avere una sintesi tra il calcio spettacolo e l’attenzione difensiva?

“Ogni partita bisogna avere una strategia. Della Roma hanno detto che era la squadra che giocava meglio offensivamente, ma contro l’Ajax abbiamo cambiato strategia. Ma non è questo che caratterizza la mia squadra”.

Lei spacca a metà la critica. Si è mai chiesto cosa poteva fare di più?

“Io non lavoro per convincere le persone, ma per la Roma e per farla vincere. E’ normale che quando si vince c’è più gente dalla nostra parte, quando si perde invece meno. Capisco bene questo. La cosa più importante è lavorare”.

Come sta Smalling, può tornare per l’Atalanta?

“Vediamo, valutiamo giorno per giorno. Quando avrà fiducia, tornerà, ma sta molto meglio”.

Cosa manca alla Roma per essere competitiva sui due fronti?

“Questa è una stagione particolare. Con le squadre che vanno avanti nelle coppe è così, hanno tante partite, e hanno meno giocatori disponibili. Guardate il Bayern, ha giocato senza sei giocatori e questo influenza i risultati”.

Pensa che con quella concentrazione la Roma vista contro l’Ajax avrebbe perso meno punti in campionato? Può cambiare l’identità della squadra?

“No, è stata solo una questione di strategia considerato l’avversario. Non cambiamo identità, da domani torneremo una squadra offensiva. Magari sì, con più concentrazione avremmo potuto fare meglio in campionato”.

Quanto è importante arrivare almeno in Europa League?

“Io penso solo alla prossima partita. Ora pensiamo al campionato, e dobbiamo vincere contro il Torino”.

Pastore può partire titolare domani?

“Dovrete aspettare domani per saperlo”.

Le partite con Torino e Atalanta sono decisive per il quarto posto, considerando gli scontri diretti dei prossimi turni?

“Io penso solo alla prossima partita, dobbiamo vincere le nostre partite senza pensare ai risultati delle altre squadre”.

C’è un problema di reclutamento e di attenzione nella scelta dei giocatori?

“Penso che sia importante avere una rosa compatta. Per quanto ci riguarda, qui quasi tutti hanno giocato, hanno fatto parte delle mie scelte. Però sono d’accordo, è importante avere una rosa compatta”.

Queste partite servono per recuperare i giocatori e dargli la condizione migliore per le partite di coppa?

“No, io penso a fare le scelte migliori per la partita di domani. La gara con l’Ajax è finita, ora si pensa solo al campionato e al Torino”.

Cosa vorrebbe vedere in campionato delle partite di Europa League?

“La stessa concentrazione, determinazione e attenzione difensiva”.

Articolo a cura di Davide Teta

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: