F1, Mercedes: il rinnovo di Hamilton tarda ad arrivare… perchè?

Lewis Hamilton ancora non ha rinnovato l’accordo con la Mercedes, ed il fatto che la notizia tardi ad arrivare nonostante le tappe di questo Mondiale vadano avanti, fa pensare che questo accordo già sia stato siglato, ma non in modo ufficiale. D’altronde, mancano ancora due mesi alla fine della stagione di Formula 1

Sia Lewis che Toto Wolff hanno spiegato ripetutamente che non ci sia stato tempo per sedersi a tavolino. Il team principal aveva detto: “Potrà sembrare assurdo, ma non abbiamo il tempo di sederci per parlarne”.

Una cosa è comunque certa: Hamilton vuole restare. Questo si capisce dalle sue parole: “Voglio restare, in passato io e la squadra abbiamo programmato dei periodi triennali, ma oggi siamo in un momento diverso. Io stesso non so ancora se realmente voglio restare altri tre anni, ci sono molte domande a cui devo ancora rispondere. Ma posso dire che il nuovo ciclo tecnico che inizierà nel 2022 è un aspetto che mi entusiasma.

Poi aggiunge: “Negoziare non è mai una cosa semplice e credo che sia così per la maggior parte delle persone. Non è mai una posizione facile entrare in ufficio e sedersi con il proprio capo, non dico che mi sento a disagio, visto che l’ho già fatto altre volte, ma è sempre un momento particolare”.

Rimane però una cosa in sospeso, se Hamilton rimanesse nel 2021 nella scuderia tedesca, a lungo termine cosa succederebbe? La squadra vuole spingere per una programmazione pluriennale.

Inoltre Hamilton non riuscirà ad aumentare il suo ingaggio. Riguardo ad Ola Källenius (presidente del consiglio di amministrazione di Daimler AG e capo di Mercedes-Benz), che sembrerebbe voglia chiudere la pratica il prima possibile, Lewis ha detto, rispondendo in modo astuto alla domanda sul suo ingaggio: “Credo che il nuovo piano varato da Ola farà fare alla Mercedes un grande passo avanti in termini di sostenibilità e di spinta verso l’elettrificazione della gamma di auto, e lo stesso con AMG: credo che il futuro sia luminoso. Queste sono tutte cose di cui parleremo, ma penso di essermi guadagnato il diritto, o la posizione, per potermi concedere ancora un po’ di tempo”.

“Ci siederemo quando sarà il momento giusto – ha aggiunto –. E’ parecchio che sono con questa squadra e tutto è sempre stato molto trasparente. Quando vedi il tempo passare si può anche credere che qualcosa non stia andando nel modo giusto, potrei ad esempio pensare che Toto stia parlando con altri piloti, ma non è ciò che credo perché siamo sempre stati chiari uni con gli altri, mettendo sul tavolo le nostre intenzioni in modo trasparente. Da parte mia non ho parlato con nessun’altro (team), e non ho intenzione di farlo, ad un certo punto io e Toto ci siederemo e definiremo il nostro percorso. Abbiamo ottenuto molto insieme, è davvero straordinario ciò che abbiamo fatto in questi anni e credo che non abbiamo ancora finito”.

Hamilton vuole vederci chiaro, soprattutto sul suo futuro. Ma rimangono dei quesiti: Hamilton rimarrà in F1 anche dopo il 2021? Lo farà con la Mercedes?

Non è da escludere che per completare il quadro il pilota inglese voglia avere delle garanzie da parte del team e del futuro del team, anche sull’aspetto degli investimenti.

Dopo aver analizzato il tutto, Hamilton avrà la situazione chiara e deciderà il da farsi per il suo futuro.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: