Napoli, multa e squalifica di due turni a Gaetano: la motivazione

Un fulmine a ciel sereno e alquanto inaspettato, ha colpito nella giornata odierna il Napoli, impegnato fino a domani nella seconda parte del ritiro precampionato in quel di Castel di Sangro. I partenopei, nonostante debbano ancora incominciare la rispettiva stagione calcistica, si son visti comunque squalificare e punire con un’ammenda, un proprio calciatore.

Il componente in questione, è Gianluca Gaetano, centrocampista offensivo italiano e di proprietà degli azzurri, tornato in quest’ultimi nell’attuale sessione estiva di calciomercato dopo la parentesi avuta con la Cremonese. Prestazioni di livello, alternate spesso da molteplici gol e assist, rivelati alla fine determinanti per il ritorno a distanza di 26 anni della società grigiorossa in Serie A. Dunque, un’esperienza quasi del tutto positiva, ad eccezione di una piccola nota stonata. Quella di cui stiamo parlando.

Infatti, come si evince dal comunicato ufficiale diramato oggi dalla Figc, il giocatore classe 2000 ha ricevuto una una multa di 4500 euro e una squalifica di due turni, per esser stato protagonista di un episodio singolare. In particolar modo, a Gaetano è costato caro un messaggio WhatsApp inviato al collega del Como Vittorio Parigini – con su scritto “Ci lasci i 3 punti venerdì?” più l’aggiunta di emoticons rappresentanti delle faccine sorridenti – alla vigilia dell’ultima partita di Serie B contro il club di Cremona.

Articolo a cura di Alessio Giordano – SportPress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: