Scontri a Tirana tra romanisti e olandesi, il calcio ha perso!

Nella nottata i primi scontri tra le tifoserie delle squadre arrivate in finale di Conference League, protagonisti degli scontri i tifosi del Feyenoord che in precedenza avevano ferito alla nuca un albanese simpatizzante Roma vicino alla FanZone che era stata dedicata agli olandesi.

Una cinquantina di tifosi giallorossi fermati e arrestati dalla polizia albanese, due pullman con circa 70 tifosi sono stati imbarcati ed espulsi dall’Albania con l’accusa di aver provocato disordini.

I tifosi espulsi saranno sottoposti ad un Daspo Europeo (non potranno andare più a stadi esteri europei); una quindicina di olandesi fermati, due cittadini albanesi e  almeno una decina di poliziotti feriti di cui uno grave.

Preoccupazioni ci sono per l’arrivo di altri tifosi italiani nel pomeriggio e poi per questa sera sia prima che dopo il match.

Nella serata di ieri un gruppo di tifosi ha cenato in una Steakhouse e si sono portati via i coltelli.

COSA E’ SUCCESSO IERI NOTTE

Un gruppo numeroso di ultrà del Feyenoord si è recato nei pressi dello stadio cercando lo scontro con i romanisti, i poliziotti li hanno intercettati in via Mustafa Matohiti ma purtroppo hanno avuto la peggio essendo attaccati da bottiglie di vetro e bastoni in ferro. Intanto si erano mossi anche i tifosi della R0ma verso il ponte DVP Tirana anche loro armati. Minimo 10 agenti della polizia sono rimasti feriti di cui uno grave, successivamente sono arrivati i supporti e hanno fermato 60 persone, 48 italiani e 12 olandesi circa.

Articolo a cura di Lorenzo Viti – Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: