Giro d’Italia, a Jesi vince Girmay in volata, Lopez sempre in rosa

Dopo la classica sosta del lunedì, riparte con la decima tappa, Pescara-Jesi, il Giro d’Italia.

Subito dopo la partenza, scattano in tre, Bais, De Marchi e Naesen. I fuggitivi accumulano 3’ di vantaggio mentre nel gruppo Mathieu Van der Poel e Thomas De Gendt sono costretti a ricorrere all’intervento medico. A Roseto degli Abruzzi, il terzetto di destra ha un vantaggio di 4’30”. Foratura per Valverde.

A 40 km dalla partenza i fuggitivi hanno un vantaggio di 6’17”. La gara procede senza grandi emozioni. A 100 dal traguardo Bais, De Marchi e Naesen hanno un vantaggio sul gruppo maglia rosa di 4’39”. Al traguardo volante di Civitanova Marche passa per primo Bais. ad 85 km dal termine della tappa Jensen si stacca dal gruppo ed ha un ritardo dai fuggitivi di 3’55. Gruppo a 4’15”.

Mancano 70 km all’arrivo di Jesi, iniziano le salite ed il gruppo, che ha ripreso Jensen, viaggia con 3’25” di ritardo. Al GPM primo De Marchi, secondo Bais e terzo Naesen. A 55 km dal termine il gruppo dimostra di poter recuperere tranquillamente, è a solo 2’30” dai battistrada. Van der Poel rompe il cambio mentre affronta la salita, cambio bicicletta e ritardo di circa un minuto dal gruppo. Il Giro d’Italia si fa interessante.

Carapaz, caduto in precedenza, e Van der Poel rientrano in gruppo, quest’ultimo ha un ritardo di un minuto dai fuggitivi quando mancano 30 km alla fine della tappa. Cambio bici per Domoulin, anche lui come van der Poel ha rotto il cambio. 21 km a Jesi, il gruppo recupera ed aggancia i fuggitivi. Finale tutto da scrivere.

10 km al traguardo, inizia la salita, il gruppo è sfilacciato. Carapaz è tra le prime posizioni. Scatta Covi ma è subito ripreso. Nibali scatta in discesa, ripreso, Girmay sbaglia una curva e cade. fasi eccitanti. a 6 dal traguardo scattano Yates, Formolo, Ciccone e Van der Poel, purtoppo non c’è accordo tra i corridori. a meno di 4000 metri parte Van der Poel, ripreso. Parte allora Carapaz, anche lui ripreso. Scatta Nielsen sembra la fuga buona. Nulla da fare, ripreso.

Ultimo chilometro! Volata lunghissima vinta da Girmay davanti a Van der Poel ed Albanese.

Articolo a cura di Massimiliano Vienna – sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: