Lazio, Sarri sbaglia tutto. I suoi lo tradiscono e il Napoli cala il Poker – Le Pagelle

Termina la 14a giornata di Serie A con il Big-Match Napoli-Lazio in presenza di tanti personaggi illustri da Gianni Infantino presidente FIFA a Ferlaino ex Presidente dello stesso Napoli di Diego Armando Maradona. Bruttissima figura della Lazio che non solo fa fare il bello e cattivo tempo al Napoli, ma consegna una prestazione pessima e senza idee. Sarri sbaglia tutto, dalla formazione alla preparazione. I suoi uomini migliori tradiscono le aspettative e Spalletti conferma che in casa è imbattibile. Lazio che conferma di non saper vincere contro il Napoli, vittoria che manca in casa dei partenopei dal 2015.

LE PAGELLE DI NAPOLI-LAZIO  4-0 : 7° Zielinski (N) – 10°, 29° Mertens (N), 85° Fabian

REINA 4,5 : Come è successo nello scorso campionato, quando vede il Napoli, lascia le sue qualità a casa. Non fa nulla sui gol degli azzurri, ogni tiro è un gol. Fa una parata al 58° su Mario Rui che evita il 4-0. Gol rimandato sul tiro da fuori area di Fabian che umilia per l’ennesima volta una prestazione deludente del portiere biancoceleste e dei suoi.

PATRIC 3,5 : Novità nella formazioni ufficiale. Preferito a Lazzari dal 1°, rischia groppo con il giallo già al 3° su Insigne, ma graziato da Orsato. Sbaglia i tempi su Insigne, alzandosi troppo e lasciando l’attaccante azzurro libero di far fare a Mertens quello che vuole. Si permette di discutere con Spalletti dopo un suo fallo di una frustrazione imbarazzante. 45° LAZZARI 5 : Entra per dare spinta sulla sua fascia, ma i suoi kilometri non portano a giocate di livello.

LUIZ FELIPE 4,5 : Sbaglia subito anche lui prendendosi un giallo pesantissimo che gli fa saltare l’Udinese giovedi prossimo. Mai di aiuto, mai di supporto.

ACERBI 4,5 : Sbaglia i tempi e l’uscita in occasione del gol di Zielinski. Stesso discorso sul gol di Mertens, scivola e va fuori tempo, posizione inopportuna. Cerca il riscatto su un colpo di testa da calcio d’angolo al 26°, ma solo la traversa gli nega la gioia del gol.

HYSAJ : Non è facile contrastare Lozano veloce e tecnico e le discese di Di Lorenzo. Si mura vivo al termine del PT sullo stesso Lozano in Area di rigore. Migliora con l’entrata di Zaccagni e Basic che gli permettono di fare più movimento.

MILINKOVIC 4,5 : Si vede la partita nei primi 45′. Passa più tempo a dire ‘calma’ a Patric che a giocare. Ride al cambio con Basic, strano atteggiamento. 61° BASIC 5,5 : Gestisce il centrocampo con attenzione, quando però i giochi sono fatti.

CATALDI 4,5 : Partecipa al pasticcio con Acerbi al 7°, arriva in ritardo a supporto in difesa. Sbaglia tutte le impostazioni. In difesa, pessima prestazione, completamente da rivedere. 75° LEIVA SV

LUIS ALBERTO 5 : Il primo squillo della Lazio arriva con un suo tiro al 25° salvato da Ospina. Giocate prevedibili con il freno a mano tirato. Tanti i suoi lanci lunghi che consegnano palloni solo al Napoli.

ANDERSON 4 : Fastidioso e ingenuo. Sembra essere tornato il giocatore dei tempi di Inzaghi. Tanta corsa, ma sbaglia le cose più semplici ed elementari. 55° ZACCAGNI 6 : Da una spinta diversa, cercando di prendere palla e giocarla. Di Lorenzo lo abbatte per fermarlo, ma anche lui pecca di nervosismo e si prende un giallo evitabilissimo.

PEDRO 5,5 : E’ l’unico nella prima parte di gara che cerca di dare profondità. Cerca Immobile, l’unico che lo segue. Le poche giocate di carattere vengono dalla sua parte, ma è solo con Immobile a fare movimenti. 75° RAUL MORO SV

IMMOBILE 5,5 : Perde la pazienza anche lui, con i suoi che sono rimasti negli spogliatoi. Si arrabbia, urla ed è l’unico che si danna davanti ad Ospina.

All. SARRI 4,5 : Inizio da paura per il tecnico Toscano. Le sue scelte non hanno ripagato, soprattutto quella di affiancare Patric a Luiz Felipe e Acerbi in difesa. Napoli troppo veloce e compatto per la sua Lazio e tutti i demeriti biancocelesti hanno reso il Napoli una squadra perfetta.  Squadra troppo nervosa nel PT che determina, però anche la seconda parte di gara. Dopo la prestazione di Mosca ci si aspettava un’ottima prestazione, ma molte volte le aspettative tradiscono quella che è la realtà. Seconda sconfitta consecutiva in campionato che ridimensiona pesantemente il percorso dei biancocelesti in vista di una posizione in Europa.

NAPOLI (4-3-3): Ospina 6,5; Di Lorenzo 6, Rrahmani 6,5, Koulibaly 8, Mario Rui 6,5 (dal 41′ s.t. Ghoulam s.v.); Ruiz 7,5 (dal 41′ s.t. Malcuit s.v.), Lobotka 6,5, Zielinski 7,5 (dal 28′ s.t. Demme 6); Lozano 7,5 (dal 19′ s.t. Elmas 6,5), Mertens 8 (dal 19′ s.t. Petagna 6), Insigne 7. All. Spalletti 7,5

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: