Super Green Pass, per il Governo la colpa del virus è negli impianti sportivi

Come avevamo preannunciato il 16 Novembre scorso, il Governo ha dato il via libera al decreto sul Super Green pass, il certificato valido solo per i vaccinati contro il Covid o chi ne è guarito.

Il CDM ha approvato all’unanimità, questa decisione la quale impatterà in maniera non indifferente anche sul mondo dello sport.

Proprio quando si pensava che la normalità stesse tornando, il Governo decide una stretta non indifferente pensando di poter arginare la diffusione del virus. Infatti a partire dal 6 dicembre e per il momento fino al 15 gennaio, gli accessi agli impianti sportivi e le varie attività sportive come piscine e palestre, saranno permessi solamente ai possessori della certificazione.

Tale provvedimento denominato Super Green Pass varrà dal 6 dicembre al 15 gennaio, ma non si esclude che le misure potranno essere poi prorogate.

Nulla pertanto sono valsi i centri istituiti fuori gli impianti sportivi, messi a disposizione di diverse società calcistiche e non, che hanno permesso fino ad oggi l’ingresso negli stati anche con un tampone rapido con il risultato ‘negativo’.

Non cambia nulla per quanto riguarda i posti di lavoro dove si potrà accedere con il tampone. Da noti Governative, sembra che non scatteranno più le chiusure delle attività nelle Regioni in zona gialla o arancione, ma gli accessi saranno limitati ai vaccinati.

Ma visto che si cambiano continuamente decisioni e pareri, ad oggi, nulla esclude nulla…

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: