EL, Biancocelesti traditi da Strakosha. Le Pagelle di Galatasaray-Lazio

Nella bolgia del Turk Tekom Arena, la Lazio cade per un autogol del suo portiere Strakosha. La fiducia data da Sarri non è stata ripagata nonostante due ottimi interventi, che però a nulla sono serviti. Partita giocata principalmente a centrocampo, con il Galatasaray che ha aspettato i biancocelesti per poi ripartire, colpevoli di non essere stati capaci di finalizzare le loro azioni.

LE PAGELLE DI GALATASARAY – LAZIO 0-1 : 66° Strakosha (A) : 

STRAKOSHA 4 : Due parate importanti, ma il suo autogol è di una gravità assoluta. Un portiere si giudica per le prestazioni e oggi l’albanese con il suo errore ha segnato definitivamente la fine del suo ciclo nella Lazio

LAZZARI 6 : La sua involata all’8° meritava il rosso per l’ex Muslera che lo atterra appena fuori dell’area. Fa l’elastico con Anderson salendo quando lo spazio lo permette. Le sue discese mettono in difficoltà gli avversarti. Ci pensa Strakosha ha rovinargli la serata, non chiamandogli una palla sua e mandando in porta un tiro che neanche si vedeva ai tempi del Commodore64.

LUIZ FELIPE 6 : Salva la porta sull’affondo dei turchi al 10°. Gestisce con attenzione recuperando sulle discese degli avversari.

ACERBI 5,5 : Cerca di sopperire sulle verticalizzazioni del Galatasaray dalla parte di Hysaj. Difesa sicura quando è nell’area, troppi sbagli al di fuori perdendo troppi palloni destinati ad essere giocati in maniera migliore.

HYSAJ 6 : Lascia da solo Morutan che scaglia un missile sulla traversa di Strakosha. Prova sempre a mettere in moto Zaccagni, ma non sempre il centrocampo giallorosso risulta facile da superare.

AKPA AKPRO 5 : Parte bene nei primi muniti, poi sbaglia controlli troppo semplici privando i suoi di ripartenze importanti. Troppi falli che gli costano il Giallo al termine del PT, non certo per volere del gioco di Sarri, troppo spesso imbottigliato a centrocampo. 55° MILINKOVIC 6,5 : La sua entrata mette subito paura, tacchetti e giocate velocizzando il gioco. Al 70° si trova da solo davanti a Muslera ma pecca di sicurezza, mettendogli la palla in braccio.

LEIVA 6 : Cerca di non muoversi tanto visti i movimenti di Akpa Akpro non sempre lineari. Tanto lavoro sporco per il regista biancoceleste che deve giocare anche per ripristinare i tanti errori in campo. 83° CATALDI SV

LUIS ALBERTO 5 : Anche lui parte titolare, sperando negli affondi e nei colpi di genio. Non incide come dovrebbe mandando anche Immobile fuori tempo. 65° BASIC 6 : Si muove bene sulle verticalizzazioni cercando di mandare il gioco in avanti con Zaccagni e Muriqi.

FELIPE ANDERSON 6 : Si mette subito in evidenza con un tunnel ai danni di Van Aanholt. La fascia se la prende tutta e nessuno riesce a contrastarlo anche dopo l’inserimento sul brasiliano di Marcao. Cerca di impostare il gioco verso il centro ma più delle volte i suoi compagni non recepiscono. 65° PEDRO 6 : Prova di testa ad impensierire Muslera che a sua volta è bravo e attento. E’ lui insieme a Milinkovic che velocizzano il gioco.

IMMOBILE 5,5 : Sarri lo schiera nonostante tutti si aspettavano Muriqi. Si danna l’anima li davanti ma troppe volte non viene visto dai compagni e da chi imposta. 55° MURIQI 6 : Doveva essere la sua partita, ed invece entra solo nella ripresa. Si sbraccia, lotta, ma ogni pallone arriva dall’alto e poco giocabile.

ZACCAGNI 6 : Nella prima ufficiale come titolare, si mette subito in mostra affiancando Immobile e seguendo gli allunghi di Luis Alberto. Sbaglia verticalizzazioni per Immobile mandandolo fuori tempo, proprio quando non aveva pressione dell’avversario. Come per Immobile, tanta la sua corsa e l’impegno, ma la finalizzazione è ancora tutta da mostrare.

ALL. SARRI 6 : Rivoluziona la formazione iniziale con l’inserimento di Immobile, Luis Alberto e Akpa Akrpo. Una Lazio che gioca in maniera timida e senza incidere. Come è stato contro il Milan, sono venuti a mancare gli uomini migliori, da Immobile a Luis Alberto. Strakosha gli rovina la serata con un errore troppo ingenuo che allarma i biancocelesti. Troppo turnover che consegna una prestazione poco palpabile. Sconfitta pesante su diversi fronti. Tanto sarà il lavoro da fare.

GALATASARAY (4-2-3-1): Muslera 6,5; Yedlin 6, Marcao 6, Nelsson 6, Van Aanholt 6; Kutlu 6, Antalyali 6 (33′ st Emre Kilinc sv); Morutan 6.5 (40′ st Feghouli sv), Cicaldau 6.5 (45′ st Mohamed sv), Kerem Akturkoglu 6.5 (34′ st Babel sv); Dervisoglu 6 (46′ st Luyindama sv). Allenatore: Terim 6.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: