Italia, le irrispettose critiche a Immobile : quando la Stampa diventa faziosa

Alla vigilia di Svizzera-Italia, il CT Roberto Mancini si trova davanti ad un bivio fondamentale : confermare la formazione scesa in campo contro la Bulgaria, con qualche ritocco importante come l’uscita di Florenzi, oppure rivoluzionare totalmente.

Il pareggio ottenuto sul campo del Franchi di Firenze, ha fatto storcere la bocca al CT della Nazionale e non solo. Tante, troppe e ingiustificate critiche sono arrivate a Ciro Immobile, bomber della Lazio vincitore della Scarpa D’Oro e attuale capocannoniere della Serie A.

Come riporta il sito Noibiancocelesti.com a firma del collega Augusto Sciscione, “Dai mass media ai social sembra quasi che la mancata vittoria sia dovuta unicamente alla prestazione sottotono del bomber della Lazio.”

Invece di sottolineare i 154 gol in 224 partite a soli 5 gol da Piola come miglior marcatore della storia della biancoceleste, Immobile sta diventando il capro espiatorio a dispetto di un grandissimo impegno ed un lavoro “sporco” che ha favorito i suoi compagni di squadra. Le grancasse mediatiche invocano al centro dell’attacco diversi calciatori da Raspadori a Scamacca fino ad arrivare a Kean.

Criticare Immobile è lo specchio della mancanza di rispetto e professionalità come molte volte il Calcio porta solo per una questione di ‘maglia’.

Invece di criticare l’organico, visto che fino a prova contraria si vince e si perde insieme, si cerca di puntare il dito su ‘una persona specifica’, cadendo però nel tranello di essere poi scoperti come ‘tifosi’ e non professionisti.

Siamo sicuri che Ciro Immobile riuscirà ad abbattere queste malsane voci e a rispondere sul campo, non solo con la maglia della Lazio, ma anche con quella Azzurra della Nazionale.

ciro immobile

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: