F1, la FIA ha respinto il ricorso della Red Bull sulla penalità data a Hamilton dopo l’incidente a Silverstone

Il caso Copse è ufficialmente chiuso.

La FIA ha infatti rigettato la richiesta di revisione presentata dalla Red Bull sulla penalità data a Hamilton dopo l’incidente di Verstappen a Silverstone per mancanza di nuove prove significative.

Queste prove sono state dichiarate non sufficienti, e quindi, almeno formalmente, l’incidente Hamilton-Verstappen è archiviato.

Ma da quell’incidente il rapporto tra i due piloti sembra ormai essersi macchiato. Fernando Alonso ha descritto l’episodio così: “Mi aspettavo un’escalation del genere e credo sia normale. Lottano per il Mondiale, non concederanno un metro e succederà ancora”. 

Lewis negli scorsi giorni ha telefonato Max (“Sì, Lewis mi ha chiamato. Non ho bisogno di entrare nei dettagli di ciò che ci siamo detti. Abbiamo parlato, basta questo”), ma i due non sembrano essersi riavvicinati.

Hamilton avrebbe rifatto tutto come ha fatto, sia in pista che fuori nei festeggiamenti, mentre Verstappen è rimasto estremamente deluso dal fatto che mentre era in ospedale i suoi avversari abbiano festeggiato, cosa poco rispettosa secondo lui.

Nella classifica i due piloti sono distanti solo 8 punti, con Verstappen in testa, ed ora si vedrà tutto in pista.

Foto in Copertina da Twitter – Articolo a cura di Davide Teta – SportPress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: