Fiorentina motivata si prende i 3 punti. La Lazio saluta la Champions – Le Pagelle

Erano punti troppo importanti e la Fiorentina c’ha creduto di più. Lazio troppo distratta e superficiale soprattutto negli uomini migliori. Correa e Luis Alberto entrano in un limbo inspiegabile con Immobile che paga la scarsa presenza dei movimenti dei suoi compagni. Iachini si prende quei punti che gli garantiscono per ora, la permanenza in Serie A. Per la Lazio è il saluto alla Champions League.

LE PAGELLE DI FIORENTINA-LAZIO 2-0 :

REINA 6 : Si riscalda subito i guantoni al 10° su Castrovilli. Nulla può fare sul gol di Vlahovic, completamente solo davanti lo specchio della porta e portiere superato. Una paratona al 63°evita un passivo maggiore. Bravo e attento sulla punizione al 70°, ma incassa anche il 2-0 su palla inattiva.

MARUSIC 6 : Fa un recupero che solo quello vale l’acquisto dell’abbonamento alla pay-tv dopo il passaggio arretrato sbagliato di Immobile al 7°. Evita un contropiede che avrebbe lanciato Vlahovic da solo davanti a Reina. Genera il fallo che porterà il 2-0, ennesimo gol da calcio piazzato.

ACERBI 5 : Torna al suo posto dopo la squalifica scontata contro il Genoa. Troppo distratto e troppo sicuro di se. Si prende un’ammonizione ingenua a metà del PT. L’errore che porta il gol del vantaggio viola, viene per un suo errore di valutazione troppo elementare per un giocatore del suo livello. Devia un pallone pericolosissimo di Pulgar in angolo.

RADU 5,5 : Si prende una gomitata in faccia da Venuti dopo 4 minuti. Si conferma incassatore di colpi quando al 16° da calcio d’angolo riprende un altro colpo sempre in testa da Vlahovic. L’errore al 22° di un passaggio arretrato, non lo condiziona visto che 1′ più tardi rischia di mandare in vantaggio i suoi. Un brutto fallo su Castrovilli da rosso, graziato da Maresca lo fa solo uscire con il giallo.

LAZZARI 5,5 : Non ha vita facile con Biraghi e Pulgar, pretendendo un po troppo a volte nel volerli superare. Non riesce ad impostare dalla fascia come nelle ultime apparizioni.

MILINKOVIC 6 : E’ sempre una partita speciale per il serbo. Buono l’atteggiamento conservatore per far liberare Immobile e Correa. Apre un ottimo c anale anche a Marusic ma non finalizzato. Termina il PT con un brutto colpo e sangue che esce dal naso. Capisce che la spizzata può venire solo dai suoi colpi e cerca di vedere sempre Immobile con cross alti. E’ l’unico dei suoi a crederci e a fare gioco

LEIVA 5,5 : Soffre a centrocampo. A differenza delle ultime settimane, ha difficoltà ad impostare vista anche l’assenza ingiustificata di Luis Alberto. Ci prova anche con le cattive a fermare le ripartenze viola, tanto da venire ammonito e dunque squalificato contro il Parma.

LUIS ALBERTO 5 : Parte molle, quasi assente in campo. Si prende i rimproveri di Inzaghi che gli dice ‘Cosi non ci siamo’. Mette un pallone d’oro per Milinkovic, ma parte in fuorigioco. I suoi calci d’angolo sono palle perse.

LULIC 5,5 : Fa tanto lavoro sui movimenti di Vlahovic e Bonaventura. Anche lui soffre la poca presenza di Luis Alberto.

CORREA 5 : Si mangia un gol fatto a tu per tu con Dragowski, che gli tira una ciabattata molle facile la ribattuta del portiere viola. La ricerca del gol del pareggio gli mette pressione, la stessa che lo fa girare a vuoto davanti la porta avversaria. Non predilige girarsi in area e tentare la sorpresa.

IMMOBILE 5,5 : Occasione clamorosa su errore di Caceres, si invola verso Dragowski da solo, ma colpisce il palo. Il guardialinee dice che è fuorigioco, ma se la palla aveva destino diverso, il VAR lo avrebbe confermato.

LUIS FELIPE 5 : Torna in campo dopo mesi di assenza, ma forse non era questa la partita adatta. Troppo falloso e giallo inevitabile.

PEREIRA 3 : Entra ed esce espulso. Non è questo l’atteggiamento per giocare in Serie A.

CATALDI 4,5 : Cerca di prendere la squadra per mano, nel momento peggiore dei suoi. Non fa nulla per migliorare la squadra.

AKPA AKPRO 4,5 : Sale a dare una mano nella fase d’attacco cosi come in difesa. Fa volume, ma nulla di più.

MURIQI SV : Strano a dirsi è lui a provare ad impensierire Dragowski con un colpo di testa, ma centrale e facile. Per il resto nulla da mettere in pagella.

INZAGHI 5 : Troppo imprecisa la sua Lazio. Troppo errori banali individuali e di gruppo sono lo specchio del risultato di questa sera. Non è riuscito a motivare i suoi come ha fatto Iachini che c’ha creduto di più sui punti in palio. Non riesce a farsi sentire da Luis Alberto e da Correa. I cambi fatti non incidono, anzi fanno guadagnare pesanti cartellini gialli (Pereira). Troppi sono i gol presi in stagione dai calci piazzati. Era l’ultima possibilità per agguantare la Champions e forse, chissà, anche la sua richiestissima, firma sul rinnovo.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski 7; Milenkovic 6, Pezzella 6, Caceres 6,5; Venuti 6, Castrovilli 7 (dal 46′ s.t. Quarta s.v.), Pulgar 6,5, Bonaventura 5,5 (dal 28′ s.t. Ambrabat 6), Biraghi 6,5; Ribery 6,5 (dal 40′ s.t. Kouame s.v.), Vlahovic 8. All. Iachini 7,5

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: