Morte Astori, condannato il dott. Galanti accusato di omicidio colposo

Novità importanti riguardanti la morte di Davide Astori, ex capitano della Fiorentina, morto il 4 marzo 2018. Il professor Giorgio Galanti è stato condannato con rito abbreviato a un anno di reclusione, pena sospesa, nel processo riguardante Astori trovato senza vita la mattina del 4 marzo 2018 nella sua camera di albergo a Udine mentre era con la squadra, a poche ore dal match di campionato contro l’Udinese.

Galanti, unico imputato, dopo che il collega Francesco Stagno è stato prosciolto, era accusato di omicidio colposo per due certificati di idoneità rilasciati quando era direttore sanitario di Medicina dello sport dell’Azienda ospedaliero universitaria di Careggi (Firenze).

Il medico sportivo è stato anche condannato al pagamento di una provvisionale per il risarcimento danni per un ammontare complessivo di un milione e novantamila euro di cui 250.000 a favore della compagna del calciatore Francesca Fioretti, 240.000 per la figlia Vittoria, i restanti 600.000 per i genitori del giocatore, Renato e Giovanna, e per i fratelli Marco e Bruno. La motivazione della sentenza entro 90 giorni.

Foto in copertina dal Web – Articolo a cura di Stefano Ghezzi

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: