Cambia il fuorigioco? Infantino: “Siamo aperti a modiche. Impensabile un calcio senza Var”

Il fuorigioco. Una regola che ha sempre creato da discutere, anche in un’era tecnologica con l’aiuto del Var. Proprio su questo argomento è intervenuto il presidente della Fifa Gianni Infantino, spiegando che potrebbero arrivare delle modifiche: “Discutiamo sempre di come possiamo migliorare il calcio – ha dichiarato durante l’assemblea annuale dell’Ifabe di come renderlo più attraente, senza snaturare lo spirito del nostri sport. La regola sul fuorigioco è stata modificata due volte in 135 anni, ma siamo aperti a modifiche che aumentino lo spettacolo e il numero delle reti, a cose che diano più opportunità agli attaccanti. C’è stata anche una proposta di Arsene Wenger”.

L’’x manager dell’Arsenal aveva detto: “Non sarà più fuorigioco se qualsiasi parte del corpo con cui si può segnare un goal sarà in linea con l’ultimo difensore, anche se altre parti del corpo dell’attaccante saranno in vantaggio. Questo risolverà il problema e non ci saranno più decisioni sui millimetri di vantaggio dell’attaccante rispetto alla linea difensiva”.

Poi parlando del Var: “Sta offrendo maggiore giustizia al calcio, lo rende più pulito e aiuta gli arbitri. Ad alcuni dà allegria, ad altri la toglie, dipende dalla decisione. Ed è giusto vincere non per un errore dell’arbitro ma per una decisione corretta. In ogni caso, ora è impensabile un calcio senza Var”. 

Infantino continua: “Se pensiamo a com’era il calcio prima del Var e a come è adesso, abbiamo fatto enormi passi avanti, e il calcio adesso è più giusto. Il Var ha semplificato il lavoro degli arbitri, e lavoriamo sempre per migliorarne il funzionamento. Ci sono stati tantissimi miglioramenti, se devo vincere voglio farlo nel modo giusto e il Var ha dato un contributo enorme in questo senso”.

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: