Buffon, bestemmia in Parma-Juventus: deferito dal Procuratore Federale

Anche se in ritardo, la sanzione è arrivata. Gianluigi Buffon è stato infatti deferito dal Procuratore Federale al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare – a causa della bestemmia pronunciata durante la partita tra Parma-Juventus (vinta 0-4 dai bianconeri) il 19 dicembre 2020, su cui la Figc ha poi aperto un’inchiesta, e che inizialmente non è stata potuta essere trasmessa al Giudice Sportivo perché era coperta da un commento.

L’espressione blasfema era stata pronunciata all’80’ per incitare il compagno di squadra Portanova prima di una rimessa dal fondo, come si legge nella nota della Figc.

IL COMUNICATO

“Il Procuratore Federale f.f., letti gli atti relativi al procedimento disciplinare avente ad oggetto ‘Notizie stampa in ordine ad una bestemmia pronunciata presumibilmente dal calciatore della F.C. Juventus Gianluigi Buffon durante la gara del Campionato di Serie A del 19/12/2020′, ha deferito lo stesso calciatore al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare per avere, nel corso della gara Parma-Juventus del 19/12/2020, all’80’ minuto di gioco circa, rivolgendosi al compagno di squadra Manolo Portanova, pronunciato una frase contenente un’espressione blasfema”.

Foto da Web

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: