Gattuso sulla sfida con l’Az Alkmaar: “Il timore di altri contagi c’è, ma deciderà chi ci governa”

La squadra di Gennaro Gattuso domai sfiderà in casa l’Alkmaar Zaanstreek come inizio dell’esordio di Europa League.

Il Napoli ha contro una squadra decimata a causa dei vari contagi da Covid-19, e dunque non si affiderà ad un turnover massiccio: “L’Europa League è un obiettivo. Siamo contenti di giocarla perché sappiamo i sacrifici che abbiamo fatto per tornare in Europa. Giocare queste competizioni è importante per tutti: i giocatori, il club, lo staff e per me. Dobbiamo impegnarci a passare il turno. Turnover? Ci saranno tre o quattro giocatori che scenderanno in campo e che non hanno giocato contro l’Atalanta. Bisogna fare delle scelte giuste, senza cambiare 9-10 giocatori. Io ci ho sbattuto contro, perché al Milan spesso cambiavo 7-8 giocatori…Sarà turnover sì, ma non tantissimo”.

Poi il tecnico calabrese aggiunge: “Noi non scegliamo gli obiettivi, cerchiamo sempre di mettere in campo i migliori. Speriamo che il Covid non ci faccia perdere altri giocatori. Elmas e Zielinksi sono positivi da 21 giorni e quando torneranno dovranno anche ritrovare la condizione. Poi si gioca ogni 3 giorni e parlerà il campo. Chi si allena in un certo modo, troverà sempre spazio”.

Riguardo al rischio contagio a causa delle numerose positività degli avversari, dichiara: “Il timore c’è, come c’è anche quando usciamo di casa. Il calcio però è una grande azienda che sta perdendo tantissimo. Noi abbiamo il dovere di mandarla avanti. Poi è chiaro che ci sono delle decisioni da prendere, ma non spetta a noi, bensì a chi ci governa“.

Manca poco inoltre al recupero di Insigne e Zielinski: “Mi metteranno sicuramente in difficoltà, ma ora Insigne viene da 20 giorni fermo e deve mettere benzina nelle gambe, allenandosi con continuità. Spero di avere sempre queste difficoltà di scelta, ho la consapevolezza di allenare una squadra forte”.

Il fatto che ci siamo molti assenti nell’Az Alkmaar non vuol dire che la squadra che il club partenopeo sfiderà domani è da sottovalutare: “L’Europa League rappresenta tanto, per tutti noi. Sembra che domani giochiamo contro degli scappati di casa, invece è un girone difficile da passare. L’Az l’anno scorso era al vertice con l’Ajax, ha dato via un solo giocatore, hanno problemi di Covid, ma mancherà solo 1 giocatore titolare in attacco. Dovremo esprimerci al massimo per passare”.

Intanto il suo Napoli procede alla grande: “Durante la settimana bisogna lavorare con serietà, se vuoi fare un certo calcio serve senso di appartenenza e passione. In questo momento la squadra si allena con grande entusiasmo e riesce ad allenarsi con grande serenità. Questa è la cosa bella di allenare questo gruppo“.

Foto da Web

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: