I fratelli Inzaghi non si fanno male 0-0. Le Pagelle di Lazio-Benevento

Buon test per entrambi i fratelli Inzaghi in vista della partenza del Campionato 2020/21. Primo tempo con maggior possesso palla per la squadra di Simone, ma le ripartenze del Benevento impressionano, tanto da impegnare Strakosha per ben 3 volte. Nel ST con il valzer dei cambi, Pippo rafforza il centrocampo e la difesa, indebolendo l’attacco. Simone fa tante prove per delineare quale sarà la formazione 2020/21.

Le Pagelle di Lazio-Benevento 0-0 : 

STRAKOSHA 7 : Torna tra i pali dopo aver visto il nuovo portiere arrivato in biancoceleste, Reina. Attento sul tiro di Caprari nel PT. Ottime parate in conseguenza al 38°su Insigne e Caprari. Ottima parata al 49° a tu per tu con Caprari. Deve sempre migliorare i rinvii. Ogni pallone allontanato, è un pallone perso.

PATRIC 6 : Troppo incerto. Di solito non bada a fronzoli, ma oggi pecca di sicurezza e perde palloni sulla trequarti che sanno di beffa. Meglio nel ST quando acquista più sicurezza grazie anche alla collaborazione che gli danno i compagni.

ACERBI 6,5 : Sempre uno dei migliori. Gestisce la difesa come se dovesse mettere la macchina in un garage minuscolo. Attento su ogni movimento.

RADU 6 : L’eterno giovane difensore della Lazio. Nonostante sia un’amichevole, il Romeno non si risparmia e copre molto bene sulle discese del centrocampo giallorosso.

LAZZARI 6 : Tanto gioco il suo, ma quando si accentra non ha la collaborazione del reparto avanzato. Si prende le urla di Inzaghi che gli chiede sempre di puntare l’uomo.

AKPA AKPRO 7 : Inzaghi lo prova in continuazione, E’ evidente che punta sul giovane 92. Buona personalità, come già si era visto sia ad Auronzo che a Frosinone. Ottima collaborazione al 16° con Correa che a tu per tu con Montipò manda fuori. Personalità da vendere e anche fiato, facendo avanti e dietro su ogni reparto. Giocoliere incredibile con palla al piede riesce a superare 3 giocatori da fermo.

LEIVA 6 : Si sta riprendendo piano piano la regia. A differenza di sabato scorso contro il Frosinone, il gigante biondo è molto più presente nelle azione di manovra. Tenta anche di impensierire il portiere avversario da fuori area. Buoni 60 minuti per dare sicurezza a meno di una settimana dall’esordio in Campionato.

PAROLO 6: Quando è in forma, il suo gioco è a dir poco fondamentale per la rosa di Inzaghi. Manovra con intelligenza guardando sempre il compagno affianco a se. Ottima azione al 53° dove non molla un pallone destinato fuori, ma troppo precipitoso nel gioco.

LUKAKU 6,5 : Potrebbe essere l’acquisto in più per questa Lazio che sta nascendo. E’ proprio lui il primo ad impensierire Montipò al 9° con tiro in diagonale, facile per il portiere campano. Le sue discese stanno tornando ad essere quelle di una volta, come anche la velocità e la precisione dei suoi cross.

CORREA 6 : Troppo individualista. Si sacrifica tornando a prendersi palla anche a centrocampo, ma al limite dell’area ha difficoltà a vedere i compagni. Nel ST al 1° su assit di Lazzari bel colpo di testa in braccio però a Montipò. Troppo ‘moscio’ al 62° su assit di Immobile.

IMMOBILE 6 : Un PT di ombre e pochi luci. Non è affiancato dal miglior Correa che cerca troppe azioni personali. Meglio quando vuole fare lui tutto da solo. Al 62° ottimo contropiede, generoso con Correa che però ‘passa’ la palla al portiere avversario.

ADEKANYE 6 : Anche lui sta crescendo molto. Non si risparmia e non tira indietro la gamba

CAICEDO : Il suo ingresso è una chiara prova del gioco che sarà con Muriqi. Non è molto defilato, ma il gioco di sponda è una chiaro disegno di quello che si vedrà con il Kosovaro. Al 29° del ST taglia la difesa avversaria ma sul tiro c’è la deviazione in calcio d’angolo.

KIYINE SV

ESCALANTE 6 : Gioca un po soffocato dai movimenti del Benevento, ma fortifica il suo reparto. Personalità. 

CALTADI 6 : A differenza di Leiva, entra più nel gioco con palla al piede.

ANDERSON 6 : Bravo! Crescita costante. Anche se per pochi minuti, dimostra si dimostra prezioso affiancando gli attaccanti

MARUSIC 6 : Non è veloce come Lazzari. Il suo gioco affianca molto di più il centrocampo.

ARMINI 6 : Attento. Un tocco prezioso al 38° del ST evita un contropiede da ultimo uomo

BASTOS 6 : Resta o va via? Ancora non si sa, ma intanto cerca di dare il suo massimo anche in un’amichevole. Buona prova anche in fase avanzata.

INZAGHI 6 : Studia la migliore formazione in attesa dei rientri di Luis Alberto e Milinkovic, per non parlare di Muruqi. Tanto gioco a centrocampo, ma serve più incisività in attacco.

BENEVENTO (4-3-2-1): Montipò 6; Letizia 6, Glik 6, Caldirola 6.5, Foulon 6 (22′ st Tuia 6); Schiattarella 6 (31′ st Del Pinto 6), Dabo 6.5 (22′ st Hetemaj 6.5), Ionita 6 (22′ st Kragl 6); R. Insigne 6.5( 22′ st Tello 6), Caprari 6.5(22′ st Lapadula 6.5); Moncini 6.5 (22′ st Sau 5).

Allenatore: Filippo Inzaghi 6

Foto di Claudio Pasquazi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: