Vergogna social: Enrico Lotito deriso…anche dalle forze dell’Ordine

Sui social sta girando un video in cui Enrico Lotito, dimostra il lato timido del suo carattere, durante un intervento pubblico.  Purtroppo o per fortuna non tutti siamo abituati a parlare in pubblico avendo di fronte molte persone pronte a giudicare ogni nostra parola. Per essere sicuri di se stessi, a volte ci vogliono anni ed anni di esperienza. Sì, proprio questa peculiarità che manca ad Enrico proprio per la sua giovane età. Siamo abituati a sentir parlare il papà Claudio, oggi anche Senatore della Repubblica italiana, in maniera loquace e spigliata e pertanto ci si accaparra l’arroganza di giudicare il modo di esprimersi di un ragazzo timido, educato e ma che probabilmente ha dalla sua parte dei valori che oggi mancano a molte persone.

Il video in questione fa suscitare indignazione non solo al popolo biancoceleste. Nei commenti si sente lo spessore della cinicità, indifferenza, arroganza e perché no….anche di quella cattiveria che non si riserva neanche al peggior nemico. Nel mondo del calcio, come in altri settori competitivi é normale far girare “Sfottò goliardici o quant’altro”. Ma un conto é la goliardicità sportiva ed un altro é non avere rispetto per la dignità altrui.

Si parla spesso di bullismo, cyberbullismo, violenza di ogni genere sia in strada che tra le mura domestiche. Eppure questo fenomeno non ha fine anche se le leggi son diventate più aspre e rigide.

Viviamo quotidianamente con problemi, se così si possono definire, di ragazzi che hanno difficoltà nell’esprimersi o nel muoversi correttamente. Sicuramente questa non é una colpa da attribuire ad un soggetto bensì deve essere da sprono per tutti gli altri a farsi avanti ed aiutare chi rimane un passo indietro. Ovviamente non é il caso di Enrico Lotito che ha più volte dimostrato, anche in pubblico, il suo “savoir faire” che si discosta totalmente dal video ripreso e pubblicato sui social. Si é trattato di un’estrapolazione parziale di un video e questo solamente per schernire lui, il Presidente Lotito o peggio ancora la SS. Lazio.

Enrico Lotito é un ragazzo mite, educato, di buona famiglia con alle spalle anche una buona preparazione culturale e che ha ricevuto quei valori morali e sociali che mancano a tutte quelle persone che hanno espresso commenti ignoranti e senza una logica nei suoi riguardi.

Quello al quale abbiamo assistito riguarda una faccia del cyberbullismo, ovvero una forma di bullismo che avviene tramite Internet sotto forma di offese e molestie.

Quello che spiace è che non sono solo semplici tifosi a ‘giocare’ sulla vita delle persone. Cadono nel tranello del pesante sfottò anche personaggi che dovrebbero dare l’esempio come Poliziotti, Carabinieri, Polizia Locale ecc…

E’ quello che è successo ieri quando un Agente delle Forze dell’Ordine che tra l’altro fa servizio allo Stadio olimpico di Roma durante i vari eventi promossi, ha pubblicato sui propri social una pesante presa in giro nei confronti di Enrico Lotito, andando a peggiorare la situazione anche nelle decine di commenti che, in botta e risposta, sono stati inviati nello stesso Post. Chissà se l’arma dei Carabinieri o della stessa Polizia hanno apprezzato questa caduta di stile…

Se queste persone che si son così divertite a commentare con frasi di cattivo gusto il giovane ragazzo, provassero anche loro a parlare in pubblico mettendoci la faccia, capirebbero alcuni imbarazzi. Invece per questi “leoni da tastiera” é facile poter giudicare dietro ad uno schermo.

Ci spiace moltissimo vedere che chi ha avuto la “bella idea” di mettere sul web quel filmato, non abbia avuto la stessa attenzione e lungimiranza nel moderare anche i commenti. Si sarebbe evitato di ridicolizzare una persona, che se non fosse stato il figlio del Patron della SS Lazio sicuramente non avrebbe avuto tutto quel clamore.

Crediamo sia stato più denigrante ed umiliante per chi ha commentato il video piuttosto che vedere Enrico emozionarsi o non essere continuo nel suo intervento.

Questo ragazzo sicuramente farà di quest’esperienza motivo di miglioramento. La sua intelligenza non permetterà ad alcuno di calpestare la sua dignità e quella di molte altre persone che lo sostengono.

Vai Enrico….vai avanti per la tua strada e non ti curar di loro… Le persone perbene e civili giudicheranno il tuo operato solamente per la tua moralità, giustezza e rispetto per il prossimo.

Articolo a cura della redazione di Sporpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: