Verso Qatar 2022, continua la preparazione della FIFA per gli ufficiali di gara

  • La FIFA ha organizzato seminari per 129 ufficiali di gara, in tre continenti
  • Nei mesi di maggio e giugno si sono tenuti seminari ad Asunción, Doha e Madrid
  • L’obiettivo è preparare gli arbitri a utilizzare la tecnologia solo come supporto

Tra il 31 maggio e il 22 giugno, la FIFA ha tenuto tre seminari per preparare a fondo i 36 arbitri, 69 assistenti arbitrali e 24 ufficiali di gara video di tutte e sei le confederazioni scelte per arbitrare la prossima Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022™. 

I seminari di tre giorni hanno consentito ai funzionari di ciascuna confederazione di riunirsi ad Asuncion, Paraguay (CONCACAF/Conmebol), Doha, Qatar (AFC/OFC/CAF) e Madrid, Spagna (UEFA).Comitato arbitrale FIFA e Massimo Busacca, Direttore arbitrale.

Gli ufficiali di gara sono stati messi alla prova ogni giorno sia nelle lezioni teoriche che nelle sessioni di allenamento sul campo, consentendo agli arbitri di simulare e esercitarsi in varie situazioni di partita dal vivo.

Il nostro obiettivo è preparare al meglio l’arbitro per evitare di usare la tecnologia, ma la tecnologia è lì per ridurre la possibilità di errore umano che può influenzare l’esito di una partita. Anche il miglior arbitro può sbagliare; è un essere umano, e lo sappiamo” ha detto Pierluigi Collina.

Il successo della consegna dei seminari in tre continenti è stato particolarmente soddisfacente, considerando che durante il picco della pandemia di COVID-19, l’arbitro FIFA ha dovutospostare tutta l’istruzione online.

Per gli ufficiali di gara selezionati, la loro partecipazione alla Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022™ è la realizzazione definitiva di un sogno professionale. Per Danny Makkelie dei Paesi Bassi, uno che aveva avuto fin dall’infanzia.

“Quando ho ricevuto l’invito e la conferma di essere stato selezionato con la mia squadra, è stata una sensazione incredibile. Quando ho iniziato come arbitro avevo 12 anni, e il mio obiettivo era già quello di voler raggiungere la vetta, e Sognavo la Coppa del Mondo”, ha detto l’olandese, che è stato anche assistente video alla finale della Coppa del Mondo FIFA 2018 in Russia™.

Per l’assistente arbitrale Karen Diaz (Messico), spera di essere una delle sei donne pioniere, insieme agli arbitri Stéphanie Frappart (Francia), Salima Mukansanga (Rwanda) e Yoshimi Yamashita (Giappone), e agli assistenti arbitrali Neuza Back (Brasile) e Kathryn Nesbitt (USA – partecipare a una Coppa del Mondo FIFA maschile aprirà opportunità a più donne.

“Mi sento molto felice e molto grato a tutte le persone che mi hanno dato questa possibilità”, ha detto Diaz. “Dobbiamo assicurarci che questa volta non diventi l’unica volta in cui le donne vengono selezionate, ma la prima di tante a venire”.

Mancano poco più di 100 giorni alla Coppa del Mondo FIFA 2022 in Qatar™. Come conclude Massimo Busacca: “E’ come una squadra di calcio, devono preparare tutto molto bene per la competizione più importante che abbiamo in questo sport. Sono positivo. Mi aspetto un grande Mondiale. Sappiamo cosa stiamo facendo.

“Il sacrificio che stiamo facendo, i seminari; parlare e parlare, è perché vogliamo raggiungere un obiettivo. Sono sicuro che gli arbitri capiranno questo messaggio e si esibiranno molto bene”.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: