Correa riabbraccia Inzaghi, ma a Milano avrà la stessa comprensione della Lazio?

Termina finalmente la telenovela Correa-Inter-Lazio. L’Argentino è arrivato a Milano per svolgere le visite mediche e firmare il contratto che lo legherà con i nerazzurri per 4 anni 3,5 milioni netti. Correa sarà già a disposizione di Inzaghi per la partita di venerdi sera contro il Verona.

Inter e Lazio hanno definito il prestito oneroso con obbligo di riscatto al primo punto conquistato nel 2022 e bonus in caso di qualificazione Championsoperazione da 31 milioni complessivi.

Accontentato pertanto il giocatore ormai ex biancoceleste che ha voluto fortemente i nerazzurri e il suo allenatore con cui è rimasto sempre in contatto dopo aver lasciato proprio la Lazio in maniera molto discutibile. Ha voluto cosi fortemente l’Inter tanto che Maurizio Sarri prima di Empoli-Lazio, ha dichiarato che Correa non ‘stava bene con la testa’.

Termina pertanto l’avventura di Correa in quel di Formello, un’avventura fatta di amore ma anche di lati d’ombra dello stesso giocatore che non sempre è stato lucido e reattivo a seguire le direttiva della squadra e del suo allenatore.

Ora che riabbraccerà Inzaghi, sicuramente non ripeterà gli stessi errori fatti a Roma, ma in caso di una ricaduta, avrà la stessa considerazione avuta nell’ambiente biancoceleste?

Foto Claudio Pasquazi – Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: