Formula E, E-Prix di Roma, Alejandro Agag: “Emozionante gareggiare qui”

fraDopo la cancellazione della scorsa edizione a causa della pandemia da Covid-19, la sindaca di Roma Virginia Raggi, insieme al CEO di Enel X Francesco Venturini, al Presidente di Eur SpA Alberto Sasso, al Presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani e al Presidente e Fondatore di Formula E Alejandro Agag, ha presentato la terza edizione di Formula E sul rinnovato circuito allestito all’Eur.

L’obiettivo ovviamente è quello di gareggiare in massima sicurezza, e la Formula E ha adottato un protocollo chiamato “sistema bolla”, che prevede lo screening di tutti i presenti attraverso tamponi molecolari e un severo codice di comportamento sul luogo.

Di seguito le dichiarazione dei partecipanti alla presentazione:

Virginia Raggi – “La Formula E è uno spettacolo unico, che unisce il fascino e le emozioni della competizione sportiva alle migliori prospettive delle tecnologie sostenibili, come quelle della mobilità elettrica. Nelle monoposto elettriche che sfrecceranno mostrando al mondo la bellezza dell’Eur, con le sue architetture affascinanti e senza tempo, si uniscono lavoro, ricerca e investimenti in un settore che rappresenta il futuro del pianeta e dell’economia. Per Roma è una vetrina prestigiosa e un’occasione unica di ripartenza, grazie anche alla collaborazione con attività economiche e commerciali della città. Accanto a queste, ci sono le tante ricadute virtuose per la città, come gli interventi di riqualificazione stradale e le numerose iniziative di solidarietà, che rappresentano la grande sensibilità del mondo dello sport in un momento storico senza precedenti. Roma ha tutte le carte in regola per diventare Capitale mondiale della mobilità green ed ha già aperto le sue porte alle aziende e agli investimenti del settore”.

Alejando Agag – “Sono molto orgoglioso di poter annunciare il nostro ritorno a Roma, grazie alla proroga dell’accordo con Roma Capitale per cinque anni e nel primo nostro anno come Campionato del Mondo. Ci aspettano due giorni di sport e spettacolo: non vediamo l’ora di gareggiare nel nuovo sensazionale circuito all’Eur, ancora più emozionante dal punto di vista tecnico. Vogliamo continuare a essere percepiti come innovatori in termini di tecnologia e qualità dei contenuti per il pubblico, portando avanti al tempo stesso la nostra missione di contrasto al cambiamento climatico accelerando l’adozione di veicoli elettrici. In attesa di poter tornare a godersi le corse anche dal vivo, ci auguriamo di offrire in diretta al pubblico italiano che ci seguirà in TV uno spettacolo sportivo di altissimo livello, grazie al recente accordo con Sky e al nostro storico partner Mediaset”.

Francesco Venturini – Lo spettacolo della Formula E torna a Roma e, nonostante la mancanza del pubblico sugli spalti, l’energia e il tifo per i piloti non mancherà. Grazie ai caricatori appositamente realizzati da Enel X in qualità di Official Smart Charging Partner del campionato, le monoposto elettriche potranno sfrecciare sul circuito dell’Eur, dimostrando ancora una volta che la mobilità elettrica oltre a essere sostenibile è anche in grado di regalare forti emozioni. Formula E e il motorsport elettrico sono per noi un laboratorio a cielo aperto dove abbiamo la possibilità di mettere a punto le più innovative tecnologie di ricarica che verranno poi adattate e utilizzate per la mobilità elettrica di tutti i giorni, come dimostra la recente apertura a Roma della prima area urbana ultrafast per la ricarica dei veicoli elettrici a Corso Francia”.

Angelo Sticchi Damiani – E come elettricità, E come emozione ma, soprattutto, E come Evoluzione. La Formula E è una realtà viva e vitale, una realtà significativa nello sviluppo dell’automobilismo sportivo, del quale incarna l’evoluzione. Il futuro del motorsport passa dall’elettrico, e dall’elettrico, dunque, passerà anche il futuro delle nostre auto, visto che – da sempre – il motorsport rappresenta il più straordinario laboratorio di ricerca e innovazione sul quale il mondo dell’auto abbia mai potuto contare. Un futuro che, grazie alla forte spinta evolutiva impressa dalla Formula E, è già presente: un presente sempre più eco-sostenibile, sempre più efficiente, sempre più sicuro”.

Alberto Sasso –Il Rome E-Prix rappresenta per Eur Spa uno straordinario veicolo di promozione del territorio, costituto da un inestimabile patrimonio architettonico ed urbanistico immerso in uno scenario di parchi monumentali. È nostra volontà capitalizzare al meglio questo grande evento seguito da milioni di spettatore nel mondo e presentare l’Eur – da sempre luogo di innovazione – come Eco Smart City, meta di congressi internazionali, cultura, business, sport ed ambiente. Un quartiere che vuole essere un biglietto da visita per Roma e l’Italia: infrastrutturato con oltre due chilometri di fibra ottica, un innovativo sistema di video controllo, oltre 30 stazioni di ricarica per auto elettriche, 700 punti luce stradali con tecnologia adattiva full led dotati di sensori per raccolta dati traffico e ambientali. Eur SpA ha raggiunto un accordo con FE per la completa riqualificazione dell’area giochi del Parco del Laghetto dell’EUR con un bellissimo progetto di sostenibilità, rigenerazione ed inserimento ambientale”.

È stato inoltre annunciato il rifacimento del Parco Giochi situato all’interno del laghetto dell’EUR, che prevede la manutenzione straordinaria con la sostituzione di elementi in degrado del parco, e l’installazione di giochi inclusivi e accessibili a tutti, realizzati con materiali riciclati. Inoltre, i lavori per l’allestimento della pista comprenderanno la riasfaltatura di gran parte del manto stradale coinvolto e la ristrutturazione totale del marciapiede di via Murri, segmento della città di particolare rilevanza storico-architettonica che rimarrà in eredità al quartiere.

Inoltre la Formula E donerà a strutture ospedaliere, partner a supporto di progetti a vocazione sociale e università locali centinaia di pass per accedere al “Virtual Emotion Club”, cioè la piattaforma online dove godersi interviste esclusive e contenuti su misura. All’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù saranno donate borse brandizzate, gadget e mille caschi giocattolo di carta. Grazie alla collaborazione con UNICEF, 14 ragazzi tra gli 11 e i 17 anni che hanno realizzato il proprio e-Kart grazie a un corso STEM dedicato presso l’Istituto Massimo Roma potranno incontrare i piloti e rappresentanti Formula E sul circuito. Infine, insieme alla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile di Roma, la Formula E ha stabilito un programma educativo per i bambini dai 7 agli 11 anni per incoraggiare la sostenibilità nella loro vita quotidiana, chiamato “Travelling To A Sustainable Future”.

Foto in Copertina dal Web – Articolo a cura di Davide Teta

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: