Coppa Italia, le Pagelle di Atalanta – Lazio: Disastro Hoedt e Dea in semifinale

Vince l’Atalanta in una partita incredibile e ricca di emozioni. 5 gol, un’espulsione e un rigore sbagliato. Gasperini riesce a bloccare l’attacco biancoceleste mettendo 7 uomini sulla riga della difesa con 2 a supporto. Vola in semifinale con fatica.

LE PAGELLE DI ATALANTA – LAZIO 3-2 : 

REINA 6,5 : Prende due gol nel PT, sul primo ha delle responsabilità ribattendo palla al centro e come succede spesso, palla ribadita in rete. Incassa il 3° gol nonostante l’intuizione, ma difesa aperta con palla persa, nulla poteva di più. Il rigore parato su Zapata è la chiara dimostrazione che nessun portiere in questo momento può prendere il suo posto.

PATRIC 5,5 : Sa benissimo che con l’Atalanta deve essere più che cinico. Non bada a fronzoli, ma palla sempre a Reina. Partecipa anche lui però al gol del pareggio dell’Atalanta, facendosi schiacciare dall’attacco bergamasco e superare da Malinovskyi

HOEDT 3,5 : In balia del gioco nerazzurro, soprattutto nei primi minuti. Fuori posizione e palle rinviate all’avversario. Si fa imbambolare da Muriel al 37°  che scarica tranquillamente per Malinovskyi che insacca il pareggio. Perde un pallone ingenuamente con l’Atalanta in 10 che non sbaglia il 3-2. Un disastro in difesa, scivola addosso e Zapata e rigore. Ringrazia Reina che para su Zapata, altrimenti sarebbe stata una partita da 2 in pagella.

ACERBI 7 : E’ lui quello più chiamato in causa nei primi 20′. Prende possesso della fascia e dopo una cavalcata da vero leone, crossa una palla d’oro per la testa di Muriqi che segna il suo primo gol ufficiale con la maglia biancoceleste. Si trasforma in Maradona, va a prendere una palla a centrocampo di rapina, svincola 3/4 giocatori, entra in area e ribalta il risultato. Per fermarlo ci vogliono falli e anche brutti. Solo Gollini gli nega la gioia della doppietta.

MARUSIC 6 : Ma quanto è cresciuto? Dopo Sassuolo ripete un’ottima prestazione bloccando Gosens non solo sulla fascia ma anche in mezzo al campo. Allarga bene il gioco anche grazie ai suoi cross.

MILINKOVIC 6 : Deve fare gli straordinari, ma si limita a contrastare il centrocampo. Sa che deve rinforzare il suo reparto pertanto scala in rare occasioni. Con l’entrata di Lazzari si sblocca dalla sua posizione pressando la difesa avversaria.

ESCALANTE 5,5 : Non ha vita facile a centrocampo. Difficile impostare il gioco verso l’attacco. Deve scaricare sulle fasce o in difesa.

AKPA AKPRO 6 : Avvio tormentato per via del vantaggio Atalantino, ma come tutti suoi compagni non si scoraggia e comincia a fare legna in mezzo al campo. Il suo gioco è imprevedibile, ma deve crescere in qualità, vista troppo a sprazzi.

FARES 5,5 : Lo marcano in due e il più delle volte fallosamente. Buono il gioco di sponda verso Muriqi e Pereira, ma troppo prevedibile. Ammonito a metà PT lo condiziona cosi come per Patric

PEREIRA 6 : Al 4° fa un errore banale e fa ripartire i bergamaschi sulla trequarti. Cresce vistosamente soprattutto il feeling con Muriqi, ma perde in qualità sul giro palla. La sua qualità

MURIQI 6,5 : Che erroraccio al 7°. Rinvia addosso a Djimsiti che non fa altro che rimbalzare la palla in rete. Si butta giù? Assolutamente! Da un assist incredibile di Acerbi, si alza in cielo e insacca alle spalle di Gollini per il pareggio biancoceleste. Assist, elevazioni e giochi di sponda il forte del gigante kosovaro. Intelligente nel prendere fallo e far salire i suoi al 53° con Lazzari che in volata viene atterrato da Palomino (espulso). Un continuo prendere colpi e giocate di sponda, solo un buon Gollini gli nega la doppietta.

PAROLO 6 : Cerca di impostare il gioco in avanti e di collaborare con la regia. Pressa il centrocampo, alcune volte frettolosamente.

LAZZARI 6 : Si invola al 53° sul fallo preso da Muriqi e si prende non solo una punizione invitante, ma soprattutto il rosso per Palomino. Si immola sulla fascia e i suoi cross sono un assedio per l’Atalanta.

CORREA 5,5 : Tocca una marea di palloni, ma non prova mai a sfondare la difesa avversaria. Mani nei capelli sul suo cross per la testa di Acerbi. Gollini dice di no

IMMOBILE 6 : Non è facile attaccare una difesa con 9 giocatori. Ci prova a caricare i suoi, ma solo con le parole perchè non viene supportato.

LULIC 5,5 : Destra/sinistra è l’unico che riesce a crossare dal fondo, ma senza esito positivo.

INZAGHI 5,5 : Esce dalla Coppa Italia grazie ad un solo uomo e cioè Hoedt. Fa fare 2 dei 3 gol all’Atalanta e un rigore parato da Reina. Un disastro in difesa. Cambia l’assetto della partita ma Gasperini si copre in 9 uomini dopo l’espulsione di Palomino. Impossibile penetrare la difesa. L’entrata di Immobile e Correa, non hanno dato frutto sperato. Giusto dare fiducia a Muriqi, ma Pereira assolutamente da rivedere. Ora sempre l’Atalanta in campionato e deve fare molto di più di oggi per bloccare l’avanzata nerazzurra.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 7; Djimsiti 7,5, Romero 6,5, Palomino 5; Maehle 6 (88′ Caldara sv), Freuler 6, Pessina 6,5; Gosens 6; Malinovskyi 7,5 (57′ Zapata 5,5), Miranchuk 7 (57′ De Roon 6); Muriel (62′ Toloi). All.: Gian Piero Gasperini 7

 

Translate »
error: Contenuto protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: