Le Pagelle di Zenit-Lazio. Caicedo salva i biancocelesti. Correa devi fare di piu

Partita difficile, ma la Lazio resta imbattuta grazie al solito Caicedo entrato dalla panchina. 1-1 allo Zenit e Inzaghi resta primo in classifica in attesa dello scontro tra Bruges e Borussia Dortmund. 

LE PAGELLE DI ZENIT SAN PIETROBURGO – LAZIO 1-1 : 

REINA 6 : 173 presenze in Europa, 38 anni e difende la porta biancoceleste. Gioca un’infinità di palloni con la difesa soprattutto con Patric che si affida alla sua sponda. Incassa un gol su l’unico tiro in porta da parte dello Zenit, da posizione ravvicinata di Yerokhin. Attento nel finale

PATRIC 6 : Buoni movimenti. E’ lui il giocatore più propositivo in fase difensiva. Sale sempre a volte rischiando di lasciare scoperto il reparto. Pochi errori

HOEDT 6 : Mezz’ora di nulla, poi il gol. Si ferma davanti a Reina insieme ad Acerbi. Bravo al 56° che recupera su Yerokhin al limite dell’area. Un’azione che merita il biglietto

ACERBI 6,5 : Una dormita generale del suo reparto, permette allo Zenit di andare in vantaggio. Cerca di salire ma è difficile superare il centrocampo Russo.  Con l’aiuto di Akpa Akpro e Pereira fa un passaggio disegnato per Caicedo che non sbaglia.

MARUSIC 6 : Cerca di salire e avrebbe possibilità di saltare l’uomo, ma stenta e scarica sui compagni. Tanto sacrificio, contiene nel migliore dei modi la sua fascia.

AKPA AKPRO 6 : Ammonito dopo 4′ lo condiziona per il resto della gara. Cerca di far salire il reparto, ma gioca con il freno a mano tirato. Cresce nel finale e partecipa al gol del pareggio di Caicedo.

FARES 5,5 : Fa arrabbiare Milinkovic che lo cerca con regolarità ma sbaglia il pallone di ritorno. Esce per Pereira.

PAROLO 5,5 : La sua regia serve a contenere le discese avversarie. Gioca principalmente davanti la difesa, ma Inzaghi chiede di salire soprattutto dopo lo svantaggio. Lascia il posto a Cataldi.

MILINKOVIC 6,5 : Arpiona palloni a non finire, e si prende falli a ripetizione. Bene nel far salire i suoi e proteggere palla. I movimenti di Correa lo distraggono. Uscito l’attaccante si fa vedere due volte davanti la porta avversaria. Che errore al 93° si salva perchè era fuorigioco.

CORREA 5,5  : Fa il Luis Alberto della situazione calciando corner direttamente in porta. Non spacca la partita e soprattutto non vede Muriqi che gli chiama molto spesso palla sul primo tocco. Troppo ‘mollo’ nelle giocate uno contro uno.

MURIQI 6 : Tanto lavoro di sponda. Scende a prendersi palla fino alla tre quarti avversaria. Spalle alla porta, vede benissimo i movimenti di Correa che non contraccambia. Il suo gioco vuole un compagno più generoso e propositivo.

CATALDI 6 : Deve far salire la squadra, ma quando ha possibilità di vedere i compagni pecca di leziosità. Batte un calcio di punizione senza esito positivo. Bene nel finale proteggendo palloni e coprendo in difesa.

CAICEDO 7 : Come per Muriqi fa tanto movimento davanti l’area avversaria. E’ l’uomo degli ultimi minuti ed è proprio lui che pareggia i conti all’80° su assist di Acerbi.

PEREIRA 6,5 : Entra al posto di Fares accentrandosi e scaricando sugli attaccanti. Buona lettura di gioco

LUIZ FELIPE 6 : Pochi minuti, ma super concentrato. Non cade nel tranello dei giocatori dello Zenit in area di rigore.

INZAGHI 6,5 : Una settimana difficile per il Mister biancoceleste. Assenze, polemiche e tamponi. Si presenta in Russia senza i pezzi da 90 come Immobile, Lazzari, Luis Alberto e Leiva. Partita brutta soprattutto nel PT caratterizzata da lentezza e palle perse. Come al solito viene premiato nelle scelte dalla panchina. Da rivedere le giocate di Correa il quale deve e può fare molto di più. Un attaccante come Muriqi deve essere visto e servito con regolarità. Non c’è spazio per azioni personali. Lettura ottima dei movimenti avversari. Un punto guadagnato che fa salire i capitolini a 5 punti in classifica. Ora il secondo appuntamento con lo Zenit, ma a Roma.

 

ZENIT (4-3-3): M. Kerzhakov 6; Karavaev 6, Lovren 6,5, Rakitskiy 5.5, Douglas Santos 6; Zirkhov 6, Barrios 5,5, Ozdoev 6; Kuzyaev 6,5, Dzyuba 6,5, Erokhin 6,5 (Dal 61′ Mostovoy 6)

 

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: