Le Pagelle di Lazio-Inter. Lautaro non perdona, Milinkovic pure…

LE PAGELLE DI LAZIO-INTER 1-1 : 

STRAKOSHA 5,5 : Incertezze e papere regalano il gol all’Inter dell’1-0. Una buona parata al 77° su calcio d’angolo battuto con furbizia dai nerazzurri. Attento nel finale.

PATRIC 6,5 : Apprezziamo il suo impegno e il suo sforzo di difendere la propria area. Si butta a capofitto su ogni pallone. Non riesce ad impostare, ma tanto spirito di sacrificio. Intelligente nel finale quando prende l’ammonizione ma fa espellere Sensi.

ACERBI 7,5 : Ripete la prestazione contro l’Atalanta. E’ un grillo, prende di tutto ma è l’unico. Cerca anche di giocare in fase avanzata sulle palle inattive. Ci crede, spera e al 55° fa un cross disegnato con il Goniometro per la testa di Milinkovic che non sbaglia l’1-1.

RADU SV : Si pensava di averlo recuperato ed invece dopo solo 15′ è costretto a lasciare il campo a Bastos.

LAZZARI 6,5 : La sua corsia è quella più cercata. Passano da lui le discese biancocelesti, ma da metà del PT viene sistematicamente bloccato sul nascere.

MILINKOVIC 7 : Tante aspettative per il giocatore serbo. Solo qualche sprazzo di giocate nel PT, ma al 55° dopo un cross con il pennello di Acerbi, insacca di testa per l’1-1. Non è stata la sua miglior partita, ma non ha mollato regalando il pareggio alla Lazio.

LEIVA 6 : Molto lavoro per il regista biancoceleste che cerca di metetre in moto Immobile e Correa, ma viene puntualmente attaccato da 1/2 uomini interisti. Non riceve l’aiuto di Milinkovic che più delle volte si isola dal gioco.

MARUSIC 4 : Gioca in una posizione non sua. Perde palloni a raffica soprattutto su palle alte. Lascia il campo al 34° per infortunio.

LUIS ALBERTO 6 : Un tiro al 19° impensierisce il portiere nerazzurro che manda in angolo. Alcune giocate non fanno il giocatore che tutti ricordano. Nel ST con l’entrata di Parolo e Acerbi spostato sulla sinistra, si sveglia tutto insieme e da lui arrivano le azioni più pericolose, forse un po troppo tardi.

CORREA 6 : Recupero importante dopo il forfait contro l’Atalanta di mercoledi scorso. Scalpita davanti ad Handanovic, tanto da chiamare sempre palla. Dopo i primi sprazzi di ottimi movimenti, si spegne piano piano perdendo palle e facendo giocate troppo accademiche. Nel momento migliore dei suoi, sembra aver paura di tirare in porta quando avrebbe tutto lo specchio davanti.

IMMOBILE 5 : Subisce un fallo da dietro nei primi minuti che sembra avergli creato qualche problema. Non è la sua miglior partita, ma proprio quando i suoi stanno spingendo nel ST, Vidal lo provoca e Guida pensa bene ad espellere l’attaccante biancoceleste e ad ammonire soltanto l’ex Barcellona.

BASTOS 6 : Entra a freddo dopo 15′ in sostituzione di Radu. Ha un cliente scomodo del calibro di Lukaku. Combatte fisicamente e anche se l’attaccante belga riesce a volte a superarlo, cerca di recuperare. Gira storto anche per lui, dopo un contrasto con il solito Lukaku alla fine del PT, esce per infortunio.

FARES 5,5 : Fa il suo esordio in biancoceleste al posto di Marusic infortunato. Ammonito dopo 2′, non sembra entrato mentalmente nel gioco di Inzaghi. Tanti errori e poca attenzione, esame rimandato.

PAROLO 6,5 : Entra al posto di Bastos e gioca in una posizione assolutamente non sua, centrale in difesa. E’ proprio lui che rischia di mandare in vantaggio i suoi con un colpo di testa subito dopo il gol di Milinkovic. Difende gli attacchi dei centrali dell’Inter,

ESCALANTE 6 : Buona regia coadiuvata da Parolo e Akpa Akpro.

AKPA AKPRO 6 : Un giocatore di prospettiva. Segue con attenzione il gioco, un po troppo frettoloso, ma ci sono i margini e i tempi per recuperare.

INZAGHI 6 : Schiera la formazione titolare, quella che avrebbe voluto mettere in campo contro l’Atalanta. Correa recupera ma Radu dopo 15′ lascia il campo. Una partita dei suoi sempre in attesa del gioco nerazzurro. Le discese di Lazzari creano problemi all’Inter, ma solo finchè Conte non capisce il suo gioco e riesce a neutralizzare le impostazioni dell’attacco biancoceleste. Perde Bastos a fine del PT e costretto a mettere Parolo centrale in difesa. La scelta migliore che poteva fare! Proprio dalle sue giocate il centrocampi è più compatto e Acerbi ha libertà di salire tanto da fare l’assist a Milinkovic per l’1-1 finale. Immobile squalificato (forse 2 giornate) darà il via libera a Muriqi in quel di Genova contro la Samp. Un punto sudato, ma guadagnato e forse anche stretto per quello visto nel ST.

INTER (3-5-2): Handanovic 6; Skriniar 6 (79′ D’Ambrosio 6), De Vrij 7, Bastoni 6; Hakimi 6, Barella 6, Vidal 6 (73′ Brozovic 6), Gagliardini 5,5 (67′ Sensi 4), Perisic 5,5 (67′ Young 6); Lukaku 6, Lautaro 7 (79′ Sanchez 6). All. Conte 6

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: