Il brasiliano Clerici, un Gringo sotto una giornata uggiosa

In quella piovosa giornata di fine febbraio 1976, in pieni anni di piombo, ricordo tutto. Soprattutto quel gol de El gringo Clerici, vecchietto acquistato sul finire del mercato insieme a Boccolini per tacitare le richieste di mister Vinicio, che fece impazzire di gioia i 40.000 presenti inzuppato d’acqua ma felici.

Un tocco a porta vuota a 3 dalla fine che infiammo’ le gole dei presenti.

Una Lazio non da urlo ma che metteva in campo tutte le sue risorse fisiche e mentali. Una storia di calcio antico ancora bella da raccontare per chi c’era e per chi non c’era. Un brasiliano che segna su un campo pesantissimo è un ossimoro.

Ma si sa il calcio è il teatro delle illusioni e delle cose impossibili. Una caratteristica eterna dello sport più bello del mondo perché metafora delle nostre vite di tutti i giorni.

Foto Corriere dello Sport

El gringo Clerici,

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: