Verso Croazia-Brasile, Vinicius : “Faremo impazzire i tifosi”

La superstar del Brasile, Vinicius Jr. è abbastanza ottimista e ha sottolineato che non smetterà di ballare e festeggiare i gol della sua squadra nella 22esima Coppa del Mondo in Qatar. Poiché questa particolare danza è un’espressione di felicità, che fa parte della cultura brasiliana.

Il Brasile ha battuto la Corea del Sud 4-1 nella partita degli ottavi di finale di Coppa del Mondo, ma anche i festeggiamenti danzanti della Seleção hanno attirato l’attenzione dopo i gol segnati, hanno suscitato critiche come quella dell’ex Manchester Il centrocampista dello United Roy Keane, che lo ha definito “irrispettoso nei confronti dell’opposizione”.

“Certo, ad alcune persone piace lamentarsi quando vedono la felicità degli altri e noi brasiliani siamo persone felici, quindi questo darà sempre fastidio”, ha sottolineato Vinicius e ha aggiunto:

“Il gol è il momento più importante nel calcio. In un Mondiale è ancora più importante. Quindi è un momento di gioia non solo per noi calciatori, ma per tutto il nostro Paese.

“Stiamo ancora preparando molti festeggiamenti, quindi dovremmo continuare a giocare meglio. Vinciamo le partite e rimaniamo felici nel processo. Dobbiamo restare calmi e concentrati perché ci sono più persone con noi che contro di noi”.

Tite

Anche il sempre serio allenatore del Brasile, Tite, si è unito ai festeggiamenti, con una goffa imitazione della “danza del piccione” dell’attaccante Richarlison.

“Cerco di adattarmi alle caratteristiche dei calciatori”, ha detto il 61enne quando gli è stato chiesto delle sue mosse in conferenza stampa. “Sono molto giovani e sto cercando di adattarmi un po’ alla loro lingua. E parte di questo linguaggio è la danza…”

De Vinicius ha elogiato la leadership e la capacità di coaching di Tite come suo mentore. “Cerco sempre di migliorare, non solo qui, ma nel club dove ho più tempo per lavorare.

Ancelotti mi aiuta molto e a volte lavora con Tite, comunicano e sono molto simili nel modo di parlare e relazionarsi con i giocatori. Nel calcio, ancor di più ai massimi livelli, non hai tempo per le lamentele, devi crescere, imparare”.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: