I migliori quarti di finale della Coppa del Mondo

Nel corso degli anni la Coppa del Mondo ha ospitato alcuni spettacolari incontri a eliminazione diretta. Ci sono stati sconvolgimenti, calci di rigore e tanto spettacolo in abbondanza mentre le nazioni mettevano tutto in gioco con l’obiettivo di alzare il trofeo Jules Rimet.

Portogallo – Corea del Nord 5-3 (1966)

Anche se il 1966 è noto per essere l’anno in cui il calcio è tornato a casa, ci sono state altre prestazioni eccezionali nel torneo, inclusa la drammatica vittoria del Portogallo sulla Corea del Nord.

Questa classica della Coppa del Mondo ha visto i portoghesi 3-0 a Goodison Park e uscire dalla competizione fino a quando non è intervenuto il grande Eusebio.

La Corea del Nord è stata una grande outsider nella partita e forse alla fine ha avuto la meglio su se stessa quando la leggenda del Portogallo ha segnato una tripletta per pareggiare la partita.

Ha poi vinto e trasformato un rigore per portare i favoriti in vantaggio prima che Jose Torres tornasse a casa per suggellare la vittoria sul Merseyside.

L’Inghilterra ha eliminato in semifinale lo scintillante Eusebio, ma la sua prestazione nel turno precedente è stata senza dubbio uno dei momenti salienti del torneo.

Argentina – Inghilterra 2-1 (1986)

Un’occasione famigerata, il quarto di finale del 1986 tra Argentina e Inghilterra è ancora un orologio dolente per i fan dei Tre Leoni.

Il gol della mano di Dio di Diego Maradona ha rubato i titoli dei giornali mentre la nazione sudamericana ha spezzato i cuori inglesi in Messico.

Il “colpo di testa” mascherato di Maradona ha portato la sua squadra in vantaggio prima che l’anticonformista segnasse uno dei più grandi gol di tutti i tempi con una corsa labirintica che è entrata nel folklore del calcio.

Gary Lineker ne ha recuperato uno per l’Inghilterra, ma non è bastato perché l’Argentina ha progredito e ha continuato a sollevare il trofeo, battendo la Germania Ovest in finale.

Per il neutro, la partita è stata divertente dall’inizio alla fine, ma le polemiche sul gol del vantaggio lasceranno sempre l’amaro in bocca ad alcuni fanatici del calcio.

Olanda – Argentina 2-1 (1998)

Lo scontro tra Olanda e Argentina nel 1998 è stato pieno di drammi, cartellini e gol in abbondanza.

Patrick Kluivert ha dato agli olandesi un inizio da sogno dopo appena 12 minuti prima che Claudio Lopez rispondesse per l’Argentina cinque minuti dopo.

Verso le fasi finali è stato quando la partita è diventata uno spettacolo: Arthur Numan è stato espulso a 15 minuti dalla fine prima che la testata di Ariel Ortega su Edwin van der Sar lo vedesse espulso.

Tuttavia, è stato delirio per gli Oranje quando Dennis Bergkamp ha segnato nell’ultimo minuto della partita per prenotare il loro posto nelle quattro finali.

Inghilterra – Brasile 1-2 (2002)

Ronaldinho ha rubato la scena nel 2002 segnando un gol spettacolare per aiutare il Brasile a sconfiggere la generazione d’oro dell’Inghilterra prima di essere espulso.

In una partita tanto attesa, i Tre Leoni si stavano scontrando con una squadra che aveva visto il successo in Coppa del Mondo solo otto anni prima.

I vincitori del 1966 stavano ancora cercando di replicare il loro famoso trionfo solitario e facevano affidamento sul loro spettacolare raccolto di stelle affermate della Premier League per vederli a casa.

Michael Owen ha dato all’Inghilterra un vantaggio per l’1-0, ma Rivaldo ha presto pareggiato prima che Ronaldinho segnasse un’iconica punizione quando coglieva il portiere David Seaman alla sprovvista da oltre 40 yard.

Al brasiliano è stato mostrato un dritto rosso non molto tempo dopo per un timbro su Danny Mills, ma i futuri campioni sono stati in grado di resistere per una preziosa vittoria.

Uruguay – Ghana 1-1 (2010)

Questo scontro tra le nazioni sudamericane e africane vive a lungo nella memoria di tutti i tifosi di calcio a causa del clamoroso fallo di mano di Luis Suarez che ha impedito al Ghana di segnare un gol decisivo in extremis.

Sully Muntari ha portato i Black Stars in vantaggio allo scadere del primo tempo prima che Diego Forlan pareggiasse al 10 ‘della ripresa.

Il dramma è seguito in profondità nei 30 minuti aggiuntivi che venivano giocati quando Suarez ha commesso un atto che gli avrebbe assicurato di essere disprezzato per sempre dagli africani occidentali.

L’ex attaccante del Barcellona ha agito da portiere, calciando il pallone dalla linea nell’ultimo minuto dei tempi supplementari regalando un rigore che è stato mancato da Asamoah Gyan.

Finì 1-1 dopo 120 minuti e l’Uruguay vinse il pareggio ai rigori, spezzando il cuore dei ghanesi e mandando in visibilio la tifoseria sudamericana.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: