Jack Warner minacciato di estradizione da Trinidad agli Stati Uniti

Il più ricercato del calcio, l’ex vicepresidente della FIFA Jack Warner, ha perso il suo appello al Privy Council del Regno Unito e può essere estradato da Trinidad per affrontare molteplici accuse di corruzione negli Stati Uniti.

Warner è stato uno dei pesci più grandi nominati nelle accuse del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti nel maggio 2015 che elencava più di 40 funzionari eletti dalla FIFA.

La Warner è accusata di più conteggi di frode e corruzione per un totale di oltre $ 40 milioni, nonché di ulteriori conteggi di riciclaggio di denaro e corruzione che risalgono a oltre 30 anni fa.

Gli Stati Uniti hanno presentato una richiesta di estradizione a Trinidad e Tobago nel luglio 2015 e il 21 settembre 2015 il procuratore generale di T&T ha autorizzato un procedimento di estradizione contro Warner per 29 reati di frode, corruzione e riciclaggio di denaro.

A seguito di una serie di ricorsi che sostenevano che la sua estradizione fosse illegale, Warner ottenne il permesso di portare il suo caso al Privy Council di Londra nel Regno Unito, la più alta corte d’appello per un certo numero di paesi del Commonwealth.

L’estradizione della Warner riaccenderà il cosiddetto caso FIFAgate nei Caraibi, dove Warner ha governato come presidente della Concacaf e come power broker, il più delle volte strettamente allineato all’ex presidente della FIFA Sepp Blatter.

In particolare, verranno messi a fuoco l’assegnazione di contratti televisivi per la Coppa del Mondo alle filiali della Warner e le voci sullo scandalo in contanti per i voti nell’assegnazione della Coppa del Mondo 2018 alla Russia e della Coppa del Mondo 2022 al Qatar.

Il Dipartimento di Giustizia sostiene che la Warner sia stata pagata 5 milioni di dollari attraverso varie società di comodo per votare a favore della Russia per ospitare la Coppa del Mondo 2018.

Warner ha detto in precedenza che se fosse stato estradato negli Stati Uniti avrebbe scatenato uno “tsunami” di informazioni sulla FIFA e sui suoi funzionari.

Il successore di Warner alla presidenza della Concacaf, Jeff Webb, uno dei sette originari della FIFA arrestati all’hotel Swiss Baur au Lac di Zurigo, è ancora in attesa di condanna nonostante si sia dichiarato colpevole di accuse di corruzione nel novembre 2015.

Ora sembra che le autorità giudiziarie statunitensi abbiano il loro uomo. La domanda diventa chi altro avranno ora accanto a lui.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: