La Lazio fa risorgere la Juventus, 3-0 e terzo posto – Le Pagelle

Juventus-Lazio partita molto tattica, di studio giocata principalmente a centrocampo. Dopo 43′ la sblocca Kean grazie ad un errore non prevedibile di Milinkovic e un’uscita avventata di Provedel. L’attaccante bianconero si ripete al 54° . La Lazio non riesce ad impensierire Szczesny che vede solo Pedro nella sua area di rigore. Milik segna il 3° gol meritato lasciato tutto solo in area dalla difesa biancoceleste. Bianconeri che scavalcano in classifica proprio la Lazio prendendosi in solitaria il terzo posto dietro al Napoli e Milan.

LE PAGELLE DI JUVENTUS-LAZIO 3-0 : 43°, 54° Kean, 89° Milik

PROVEDEL 4 : Blocca all’11° su un insidioso tiro di Fagioli. Sbaglia sull’uscita verso Kean facendosi scavalcare e incassando l’1-0 per la Juve. Al 48° blocca su Milik che cerca il primo palo. Incassa il 2° gol dopo una sua ribbattuta in mezzo all’area.

HYSAJ 5 : Spazia da difesa a attacco. Qualche tocco interessante, ma le discese di Milik vengono tutte dalla sua parte e non riesce a fermarlo. 69° GILA 4,5 : Lascia correre Chiesa senza contrastarlo e sul suo assist Milik segna il 3° gol per la Juventus.

CASALE 5,5 : Quando la Lazio sale accompagna da dietro superando anche la linea di centrocampo. Prova di testa da calcio d’angolo a lasciare il segno verso Szczesny. Disturbato dall’uscita di Provedel non interviene su Kean che fa impazzare lo Stadium. Insieme a Romagnoli lasciano Milik tutto solo senza contrastarlo il quale segna il 3° gol.

ROMAGNOLI 5,5 : la lazio incassa 2 gol nelle poche situazioni che si trova fuori posizione non per sua responsabilità. Qualche errore di attenzione anche per il centrale biancoceleste che permette a Milik di fare quello che vuole davanti a Provedel. Male la gestione su Milik all’89°.

MARUSIC 5,5 : E’ l’ombra di Pedro, lo segue da vicino. Cerca di superare l’uomo con lanci lunghi, ma ribatte spesso sull’avversario. Dopo il doppio vantaggio della Juventus, non riesce più a dare pressione.

MILINKOVIC 4,5 : Tocca un’infinità di palloni. Imposta giocate a ripetizione lasciando Cataldi a fare il jolly su tutte le posizioni. Perde un pallone non da lui e Rabiot mette in gioco Kean che scavalca Provedel. Non riesce a fare il suo gioco verso l’attacco, il giallo e i prossimi mondiali lo fanno giocare con il freno a mano tirato. 78° MARCOS ANTONIO SV

CATALDI 5 : Il secondo gol preso dalla Lazio viene da una sua azione dove gli è mancata la caparbietà. Si fa superare con facilità e la Juventus arriva in porta. 58° VECINO 5,5 : Mette velocità al centrocampo, ma la chiusura bianconera blocca anche le sue incursioni.

BASIC 5,5 : Sarri lo preferisce a Luis Alberto e a Vecino. Osso duro per Cuadrado al quale lascia poco spazio per muoversi. Movimenti interessanti a centrocampo, ma deve osare di più. 58° LUIS ALBERTO 4 : Dopo 2′ si mangia un gol da rigore in movimento, bloccato da Szczesny. Nulla di più, sarà addio

ROMERO 6,5 : Il gol contro il Monza gli ‘costa’ per la prima volta l’essere titolare in Serie A in una delle partite più importanti. E’ in salute, viene visto con continuità da Milinkovic. Nonostante viene raddoppiato, ci mette tanta volontà e deve giocare. 69° CANCELLIERI 5 : Un’attaccante che non vede la porta. Assolutamente da rivedere.

ANDERSON 5 : Si muove tanto e Gatti lo deve abbattere con le brutte per fermarlo. Dopo le prime sgaloppate, si assenta dal gioco con poche apparizioni. Si sveglia nei minuti di recupero del ST, ma è leggermente in ritardo.

PEDRO 6 : Mette subito qualità in campo per contrastare la pressione bianconera. Sguscia a Bremer che si prende il giallo per fermare lo spagnolo. E’ l’unico che riesce ad entrare in area avversaria.

ALL. SARRI 5 : Non si ripete nella mente dei suoi giocatori come successo nel derby. Perde 3-0 contro la Juventus nonostante l’inizio promettente. con oltre il 60% di possesso palla. ‘Tradito’ dai suoi migliori con errori banali come Milinkovic e Provedel. Stesso discorso per Cataldi che permette al centrocampo bianconero di mettere in gol la seconda rete di Kean. I cambi non lo aiutano e addio secondo posto. Ora la lunga sosta che permetterà di lavorare minuziosamente in attesa del 4 gennaio e la sfida fuori casa contro il Lecce.

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny 6; Gatti 6, Bremer 6.5, Danilo 6; Cuadrado 6, Fagioli 6.5, Locatelli 7 (40′ st Paredes sv), Rabiot 6.5, Kostic 7 (20′ st Chiesa 6.5); Kean 8 (17′ st Di Maria 6.5), Milik 6.5. Allenatore: Allegri 7.

Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: