ESCLUSIVA – Italo Lapenna (pres. N.I.C.O.): “Solidarietà e beneficenza le nostre basi. Obiettivo futuro? Abbiamo un programma..”

In esclusiva per i lettori di SportPress24, abbiamo intervistato Italo Lapenna, presidente della Nazionale Italiana Calcio Olimpionici. Quest’ultima – conosciuta anche con l’acronimo N.I.C.O – è un’associazione no profit recentemente formatasi, con la base del binomio solidarietà-beneficenza legato allo sport più seguito per eccellenza nel nostro paese e avente in squadra, soltanto ex e attuali atleti olimpici. Istituita già da tempo dall’allora lottatore Vincenzo Maenza, è stata fondata di nuovo qualche mese fa, appunto per opera dell’attuale leader di origini romane, prendendone le redini dopo giorno e notte di intenso lavoro e sudore.

Svariati gli argomenti trattati nell’intervista di seguito riportata, da quanto e com’è nata l’idea per tutto ciò, sino ad ascoltare i suoi umori in vista della prima vera e propria uscita effettiva: in programma per il prossimo 26 novembre.

Per chi ancora non sia a conoscenza della N.I.C.O, come risponderebbe a chi dovesse chiederle di cosa si tratti?

“Gli risponderei dicendogli che stiamo parlando di una nazionale no profit, che continua il suo percorso rinnovandosi solo ed esclusivamente per uno scopo benefico, dopo aver incontrato un vecchio amico olimpionico di lunga data – Vincenzo Maenza – per pura coincidenza durante una partita proprio di beneficenza. Facevamo lotta greco-romana insieme, con la differenza che lui poi è diventato campione del mondo ed io mi sono fermato ai campionati italiani. Dunque, in quella determinata occasione mi propose di rilevare quest’associazione, perché data sia la pandemia che dei suoi problemi personali di lavoro, con l’apertura di varie palestre, non poteva più seguirla. Era un ‘giocattolo’ che ci teneva in modo particolare e visto e considerato che sono andato in pensione 8 mesi fa dalla Polizia di Stato, servendo quest’ultimo per ben 37 anni, ho accettato volentieri senza remore e senza pensarci un attimo a questa grande impresa”.

Di preciso, da quanto tempo è stata rinnovata quest’associazione?

“Precisamente, la Nazionale Italiana Calcio Olimpionici è stata rinnovata il 18 agosto scorso ma è operativa dai primi di settembre. Invece, il 26 novembre ci sarà un triangolare a Cava de’ Tirreni, dove sfideremo le Vecchie Glorie della Cavese 1919 con i suoi tifosi e gli Angeli della Tv, composti dagli ex concorrenti di Uomini & Donne ed Amici. In questa grande e bella giornata ci saranno, inoltre, anche spettacoli di intrattenimento. Il ricavato andrà tutto ad un istituto, di nome ‘La Nostra Famiglia’ che aiuta bambini autistici ai primi passi nelle scuole. Hanno bisogno di una particolare aula multisensoriale, si sono affidati a noi e noi ovviamente, ci siamo messi a disposizione per questo ‘Match del Cuore'”.

L’obiettivo attuale lo conosciamo, uno futuro, quale sarebbe?

“Per il futuro abbiamo proprio un programma, di 9 partite da qui al 2023. Abbiamo iniziato con questo match del 26 di novembre a Cava de’ Tirreni, poi il 3 dicembre ci sarà una gara contro la Nazionale Politici Ferraresi a Ferrara, il 17 dicembre un triangolare a Marina di San Nicola con la Nazionale Attori e quella della Polizia di Stato, successivamente ad Orvieto contro i Parlamentari, a febbraio con i Magistrati, a marzo contro Cabarettisti e Comici di tutta Italia, a giugno con i Medici, a settembre contro i Poeti e a dicembre 2023 un singolo con Gli Angeli della Tv”.

Per concludere. Insieme agli attuali componenti che si trovano in squadra, ci saranno altri nuovi innesti che si aggregheranno alla compagine?

“Assolutamente sì, adesso in questo momento siamo 31 in rosa, con gente come Giordano, Balbo, Aldair, Galli o Piscedda. Invece, come olimpionici, per citarne qualcuno abbiamo Yuri Checi, Maenza, Pantano, Cammarelle, Mastrangelo e così via. Ci sarebbero dovuti essere anche alcuni attuali però, visto che gareggiano ancora, hanno spesso problemi di organizzazione. Dato che appunto sono ad oggi in attività, se dovesse succedere qualcosa ad uno di loro durante una gara benefica, sarebbe una grande responsabilità”.

Articolo a cura di Alessio Giordano – SportPress24.com

One thought on “ESCLUSIVA – Italo Lapenna (pres. N.I.C.O.): “Solidarietà e beneficenza le nostre basi. Obiettivo futuro? Abbiamo un programma..”

Comments are closed.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: