Haaland e i cinque record che ha già battuto al City

Erling Haaland è al Manchester City da soli tre mesi e ha già battuto alcuni record per gli Sky Blues. Il norvegese è una macchina da gol e ha superato leggende del club come Kun Aguero.

Il Manchester City ha avuto un grande impatto sulla scena calcistica con la firma di Erling Haaland. Gli inglesi hanno firmato il norvegese per 60 milioni di euro, il prezzo della clausola nel suo contratto con il Borussia Dortmund.

Fin dall’esordio in Premier League, l’attaccante ha chiarito di essere arrivato per distinguersi tra i migliori e per fare quello che sa fare meglio: fare gol. Tanto che il nordico ha già battuto alcuni record.

Il primo di questi si riferiva ai suoi esordi, essendo diventato il primo giocatore nella storia del club a segnare ai suoi esordi in Premier League (West Ham) e Champions League (Sevilla). In entrambe le competizioni ha esordito con una doppietta.

Ha poi superato le cifre di Kun Aguero al City e Micky Quinn al Newcastle come giocatore che ha segnato il maggior numero di gol nelle prime cinque partite. Il norvegese ha segnato un totale di nove gol nelle prime cinque partite di campionato.

Con i suoi dieci gol in sei partite di Premier League, Haaland è diventato il giocatore del Manchester City più veloce a raggiungere quella cifra. È sulla buona strada per battere il record e, se continua così, supererebbe i 60 gol entro la fine della stagione.

Ne ha anche distrutto uno relativo alla Champions League, poiché gli bastavano solo 20 partite per segnare i suoi primi 25 gol in Champions League. L’attaccante ha così battuto i record di Van Nistelrooy e Soldado, che hanno segnato entrambi 16 gol nelle prime 20 partite.

Comunque, Haaland ha avuto bisogno di sole cinque partite per segnare le sue prime due triplette. Li ha fatti contro Crystal Palace e Nottingham Forest, superando il record di Demba Ba, che aveva bisogno di 21 partite per segnare le sue prime due triplette nella competizione.

Real come no 3

Intanto Manchester City, Bayern Monaco, Real Madrid e Paris Saint-Germain. Questo è l’ordine in cui il padre di Erling Haaland, nel documentario “Haaland, la grande decisione”, ha espresso le sue preferenze e quelle del figlio quando si è trattato di scegliere una nuova destinazione dopo aver lasciato il Borussia Dortmund. “The Times” ha avuto accesso ai suoi commenti e ad altri anche dal calciatore.

“Nella nostra lista, penso che il Manchester City sia la squadra migliore. Il Bayern Monaco è il numero 2. Abbiamo il Real Madrid come numero 3, il Paris Saint-Germain come numero 4. Abbiamo anche alcune squadre inglesi oltre al City che sono abbastanza bene, Liverpool e Chelsea. Poi c’è il Barcellona. Sono tutti più o meno sulla stessa linea”, ha commentato Alfie Haaland nel filmato.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball. com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: