Champions League, multe per Juventus e Francoforte per “Comportamenti razzisti”

La UEFA ha multato Juventus e Eintracht Francoforte dopo aver accusato entrambi i club di comportamento razzista o discriminatorio dopo le partite di Champions League all’inizio di questo mese.

La carica della Juventus arriva dopo la sconfitta per 2-1 nella gara di apertura della Champions League al Paris Saint-Germain il 6 settembre, dopo di che le riprese dei social media sembravano mostrare i tifosi in visita che facevano gesti discriminatori.

I bianconeri ora sono stati colpiti con una multa di 15.000 euro e hanno visto la chiusura parziale dello stadio sospesa per un anno.

L’Eintracht, nel frattempo, è stato esonerato con diverse accuse dopo che i problemi del pubblico hanno rovinato la trasferta di Champions League a Marsiglia la settimana successiva.

La squadra della Bundesliga ha rilasciato una forte dichiarazione prendendo le distanze da un individuo che sembrava fare un saluto nazista al Velodromo di Stato, ma è stato accusato di comportamento razzista e altri tre reati.

L’Eintracht è stato multato per un totale di 45.000 euro dalla UEFA, oltre a ricevere le stesse sanzioni per squalifica della Juventus.

Il Marsiglia, accusato di lancio di oggetti, accensione di fuochi d’artificio, uso di puntatori laser, disturbo alla folla e blocco dei passaggi pubblici dopo la stessa partita, è stato ordinato di giocare la prossima partita casalinga di Champions League a porte chiuse.

La squadra francese era già stata sospesa per la chiusura dello stadio a giugno, il che significa che la prossima partita casalinga europea – contro lo Sporting CP il 12 ottobre – si svolgerà senza la presenza dei tifosi.

Il Marsiglia deve anche chiudere la tribuna Virage Nord allo Stade Velodrome per la partita contro il Tottenham del 1 novembre.

Ai rivali della Ligue 1 del Nizza è stato ordinato di giocare una partita di Europa Conference League a porte chiuse dopo essere stati accusati di incidenti in ciascuna delle due partite della competizione in questa stagione.

Dopo che i problemi del pubblico hanno rovinato il pareggio della squadra con il Colonia all’inizio di questo mese, il furioso presidente del Nizza Jean-Pierre Rivere ha dichiarato: “Ne abbiamo abbastanza.

“Non ho l’abitudine di lasciare una nave quando le cose vanno a rotoli. Ma quando lo vedi, inevitabilmente dici a te stesso: ‘Cosa ci faccio qui?’.”

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com
Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: