Formula 1, Ferrari : Binotto in bilico? Elkann corteggia Horner dalla Red Bull

La notizia non ha dell’incredibile, semplicemente è la conseguenza di quanto visto nell’ultimo anno. La Ferrari, Elkann in particolare, si è convinto di dover entrare in prima persona nel mondo sportivo Ferrari per risollevare le sorti della Scuderia. Elkann è stato chiaro: vuole il mondiale piloti e quello costruttori entro il 2026. L’ordine non è stato dichiarato. E vuole una persone che gestisca muretto e team con polso e forza, dando anche spallate a FIA e concorrenti quando necessario. Binotto, insomma, rischia di vedere la fine della sua esperienza in un ruolo non “congeniale” alle sue potenzialità. All’attuale team principal va infatti dato atto di aver pesato, e non poco, nello sviluppo della F1-75 e della resurrezione dopo annate orribili, dal punto di vista tecnico.

Horner, il sogno

Horner è il sogno. In questo momento il team principal Red Bull è l’attore principal del muro su Porsche (che vorrebbe farlo fuori ndr). È forte, un professionista di esperienza e carisma, capace di gestire nel tempo i suoi piloti con la coscienza di colui il quale pensa unicamente alla vittoria del marchio sportivo, gerarchia compresa. Elkann, così, secondo quanto raccolto dalla nostra redazione, ha iniziato il corteggiamento economico e non solo, volto al 2023. È il nome in cima alla lista, prima ancora dei nomi interni alla Ferrari per un eventuale avvicendamento. Un colpo alla Jean Todt per puntare a un futuro più lucente, consentendo a Binotto di tornare a lavorare nel settore ingegneristico, del quale è fiore all’occhiello. Non sarà facile: Horner è estremamente legato a Red Bull, ma tentare la svolta, per Elkann, è necessario.

Fonte F1-news.eu – Articolo a cura della Redazione di Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: