FEI World Championships, la Germania prende il comando – FOTO

Si prevedeva che la giornata di cross-country al Campionato del Mondo FEI Eventing ai Pratoni del Vivaro, in Italia , sarebbe stata emozionante e non ha deluso, poiché una competizione emozionante e drammatica si è svolta con il cambio di fortuna di molte squadre.

La Germania è ora la nazione leader con tre round nel tempo e Michael Jung ha mantenuto la sua presa sulla classifica individuale con una staccionata in mano, ma c’è incredibilmente poco margine di errore in cima.

La squadra tedesca non ha in mano una staccionata sugli USA , saliti alla medaglia d’argento, e solo una staccionata separa la Germania dalla Gran Bretagna , scivolata al bronzo dopo una giornata di alterne fortune.

La britannica Yasmin Ingham , 25 anni , che sta gareggiando nel suo primo campionato senior, è in medaglia d’argento dopo una brillante prestazione su Banzai du Loir e la statunitense Tamra Smith è salita di due posizioni al bronzo individuale dopo uno straordinario campionato debutto sulla Mai Baum di razza tedesca.

“Non puoi mai pensare di essere al sicuro”, ha detto Jung , 40 anni, che è a breve distanza dal suo secondo titolo mondiale e dalla settima medaglia d’oro individuale, un record fenomenale. ‘Tutto può succedere così velocemente e devi solo vedere cosa è successo ad alcuni ottimi piloti oggi.

‘FischerChipmunk è un cavallo straordinario. Nel riscaldamento stava solo giocando, facendo cambi di volo: è una sensazione incredibile avere quel potere sotto di te. Ha reazioni così rapide in situazioni difficili; potresti anche saltare le due siepi con un sorrisetto».

Il prezzo di un binario copre i corridori dal secondo al decimo posto, assicurando un finale di salto ostacoli da mordere le unghie domani.

Oliver Townend , ora quarto, e Ballaghmor Class hanno prodotto l’ultimo round professionistico che ha tenuto la sua squadra a caccia di medaglie. Questo nonostante il vero grigio avesse perso una scarpa alla settima recinzione, la drammatica scivolata.

È stato qui che la grande occasione di Laura Collett è svanita in modo devastante quando il potente London 52 era troppo in avanti per scendere il ripido pendio ed è corso fuori, facendo cadere la squadra britannica dal posto della medaglia d’oro.

Tuttavia, Ros Canter (GBR), la detentrice del titolo, ha prodotto un round esemplare su Lordships Gruffalo, la prima nel tempo ottimale di 9 minuti e 50 secondi: ora è ottava. Come Collett, Tom McEwen ha lottato per contenere un nuovo Toledo de Kerser e ha subito 4,8 penalità di tempo per scendere di sette posizioni al 14 ° posto.

Le campionesse olimpiche Julia Krajewski e Amande de B’Neville (GER) sono quinte; lo statunitense Boyd Martin è sesto su Tsetserleg TSF; Tim Price è il migliore dei neozelandesi al settimo posto su Falco; e il francese Gaspard Maksud (Saragozza) e il giapponese Kazuma Tomoto (Vinci de la Vigne JRA) completano una top ten internazionale.

È in gioco anche la qualificazione olimpica: le prime sette nazioni si qualificheranno per Parigi nel 2024 . Attualmente, queste squadre includono Nuova Zelanda, Svizzera, Giappone e Irlanda. L’Italia, nazione ospitante, è all’11° posto.

La Francia come nazione ospitante è già qualificata per il Parigi, il che è fortunato perché la squadra ha subito una giornata terribile con cadute per Tom Carlile e Nicolas Touzaint e due run-out per Astier Nicolas, che ha anche innescato uno spillo frangibile.

L’Australia, quinta dopo il dressage, è scesa al decimo posto dopo che Andrew Hoy ha avuto due run-out e Kevin McNab ha subito un bizzarro incidente quando una redine si è spezzata nel mezzo della combinazione a 16 e si è dovuto fermare per legarla.

C’erano 48 round liberi, 11 dei quali nel tempo; 72 degli 88 partenti hanno completato il corso; ci sono state sette cadute del pilota e nove birilli frangibili innescati.

Il finale di domani su una pista di 1,30 m del progettista internazionale di salto ostacoli Uliano Vezzani (ITA), richiederà nervi d’acciaio.

Secondo gli analisti statistici Equiratings , i 10 migliori saltatori, in ordine, sono: Toledo de Kerser (GBR), Falco (NZL), McClaren (NZL), Vassily de Lassos (AUS), Amande de B’Neville (GER), Lordships Gruffalo (GBR), FischerChipmunk (GER), Banzai du Loir (GBR), Mai Baum (USA) e Virgil (AUS).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Foto di Claudio Pasquazi – Articolo a cura di Stefano Ghezzi – Sportpress24.com

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: