Una Premier League fatta di allenatori ‘stranieri’

La Premier League inglese, uno dei campionati più importanti del mondo, è già in corso e i fan di tutto il mondo stanno guardando con interesse questo entusiasmante evento.

Un percorso strepitoso ed esemplare che è al suo 30° anno, ma che lo caratterizza (e preoccupa) il fatto che nessun allenatore nato in Inghilterra sia riuscito a scalare la vetta in tutto questo tempo.

Cinque inglesi sulle panchine della Premier League

Infatti solo 5 allenatori del paese hanno iniziato la stagione su 5 delle 20 panchine: Steven Gerrard (Aston Villa), Frank Lampard (Everton), William Potter (Brighton), Scott Parker (Bournemouth) ed Eddie Howe (Newcastle).

Almeno, è uno in più rispetto allo scorso anno e la grande consolazione è che i 5 hanno un’età media giovane di 43,6 anni, con Parker il più giovane a 41 e Potter il più anziano a 47.

Gli altri campionati

Ma i confronti sono eloquenti con il resto dei campionati maggiori: l’Italia ha fino a 17 allenatori locali, la Spagna 14, la Francia 13 e la Germania 11.

E, naturalmente, se non produci allenatori per il tuo paese, allora non stai ‘esportando’: nessuno degli altri quattro campionati ha allenatori dall’Inghilterra.

Wilkinson l’ultimo allenatore-campione inglese

L’ultimo allenatore inglese ad essere incoronato campione è stato Howard Wilkinson nel 1992, guidando il Leeds e un (allora) giovane Eric Cantona al vertice

Da allora, dal 1992 al 2022, ogni titolo ha alle spalle il nome di un manager non inglese.

Nessun allenatore inglese nei Big Six

Infatti, anche in questa stagione, nessuno degli allenatori dell’élite “Big Six” è inglese. Parlano le panchine del Manchester City e dell’Arsenal, lo spagnolo (Pep Guardiola e Mikel Arteta), Liverpool e Chelsea, con il tedesco (Jürgen Klopp e Thomas Tuchel), Manchester United, olandese (Erik Ten Haag) e Tottenham, dell’ italiano ( Antonio Conte).

Anche la fantasia del Leicester City per il 2016 non è stata ispirata da un allenatore cresciuto in casa, con l’italiano Claudio Ranieri seduto in panchina.

Frank Lampard è stato l’ultimo allenatore inglese dei Big Six ma non ce l’ha fatta. È durato appena un anno e mezzo tra luglio 2019 e gennaio 2021 senza titoli

Gli altri eventi interni

La “siccità” non è così lunga nelle altre competizioni inglesi, ma lì è passato un po’ di tempo. L’ultimo allenatore inglese a vincere la FA Cup è stato Harry Redknapp con il Portsmouth nel 2008 e l’ultimo a vincere la Coppa di Lega risale a Steve McLaren, che ha vinto il titolo con il Middlesbrough nel 2004.

Ancora più indietro, con Joe Royle che ha portato l’Everton al titolo nel 1996.

Europa

E di certo se non domini nel tuo paese, è difficile farlo in Europa. Il 1984, quando Joe Fagan guidò il Liverpool alla sua quarta Champions League e Keith Barkinso portò il Tottenham alla sua seconda Coppa UEFA, sarebbe stato l’ultimo in cui un allenatore inglese vinse sia la prima che la seconda competizione europea.

Anche il recente Euro femminile, l’Inghilterra lo ha vinto per la prima volta nella sua storia, avendo in panchina l’olandese Sarina Wiegman.

Manos Staramopoulos
Giornalista – Analista di calcio e affari internazionali
Membro del comitato calcistico AIPS e della IFFHS World Statistics Federation
Corrispondente: France Football, A Bola, Discoveryfootball.com, Mundo Deportivo, Sportpress24.com

 

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: